Come difendere la pelle dal freddo

Inverno, come difendere la pelle dal freddo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il clima più rigido, le piogge incessanti, i leggeri malesseri che caratterizzano la stagione autunnale sono in grado spesso di abbattere anche i caratteri più positivi ed entusiasti; la regola d’oro per affrontare questo periodo in cui le condizioni atmosferiche sembrano spegnere la vitalità e fiaccare le energie è quella di prestare attenzione ai segnali che il nostro corpo ci invia.

Cerchiamo di rallentare i ritmi o almeno di riservarci qualche ritaglio di tempo per prenderci cura del nostro benessere, iniziando dalla mattina, quando ci prepariamo per uscire di casa. È naturale coprirci maggiormente per far fronte alle temperature più rigide: anche la pelle, allora, ha bisogno di una protezione più resistente, per prepararsi, durante l’autunno, a resistere al freddo clima della stagione invernale alle porte.

La parola d’ordine è idratazione: se durante l’estate la minaccia era rappresentata dall’esposizione prolungata ai raggi solari, in autunno ed inverno è necessario proteggere la pelle dall’aggressione del vento e del freddo, che possono causare secchezza e piccole spaccature.

Scegliete perciò una crema più nutriente rispetto a quella utilizzata durante la stagione estiva, che sia in grado di conservare il giusto livello di idratazione dell’epidermide, mantenendo inalterato l’equilibrio del film idrolipidico. Non dimenticate di prestare particolari cure alle labbra, il cui strato epidermico è molto sottile, e quindi particolarmente delicato: stendete uno strato di burro di cacao prima di uscire di casa e ripetete l’applicazione regolarmente durante la giornata per prevenire screpolature e disidratazione.

Cercate di fare attenzione a non sottoporre la vostra pelle ad eccessivi sbalzi climatici, che rappresentano n vero e proprio stress per l’epidermide, sulla quale il passaggio repentino dal caldo degli ambienti interni alle più rigide temperature esterne produce comparsa di capillari e disidratazione. Occhio dunque a non riscaldare eccessivamente i luoghi nei quali vi trovate e a non posizionarvi troppo vicino alle fonti di calore.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Simona Falasca aka Nausjka, classe '76, è direttore responsabile ed editoriale di greenMe.it. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa dei più disparati settori, dal turismo, alla moda, fino ad approdare in quello che è da sempre il suo preferito: Internet.