Raffaella Carrà

Raffaella Carrà: «Non canto e non ballo più, ecco perché»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Raffaella Carrà tornerà presto in tv. Se, però, state pensando ad un varietà fatto di musica, danza e sano intrattenimento, vi sbagliate di grosso. “Ho chiuso con la danza e la musica”, racconta la diretta interessata, “E ora vi spiego il perché”.

“Ora mi dicono che ho fatto la rivoluzione, ma prima…”

Ha le idee molto chiare la nostra Raffaella nazionale. Torna in tv, sì, ma non per fare qualcosa che ha già fatto, men che meno per proporre un talent o un reality show,

siamo pieni di reality tutti uguali fatti di nulla, che portano in primo piano la superficialità». Cosa farà, dunque, su Raitre, a partire dal 28 marzo? «Una trasmissione di parole, di scambio e di confessioni. Lo spettacolo saranno le parole e in questo momento di omologazione anche televisiva mi sembra la scelta giusta”.

Dunque non la vedremo ballare o cantare, bensì intervistare. E, forse, questa può essere considerata l’ennesima rivoluzione di un’artista che ha fatto grande lo spettacolo italiano. E a proposito di rivoluzioni, confessa: «Lo dicono adesso, ma per decenni sono stata considerata quella dell’ombelico, del tuca tuca o dei fagioli. Adesso che ho 75 anni dicono che sono stata una rivoluzionaria”. A proposito di ombelico: “Dov’era lo scandalo? Dove la provocazione? Era tutto pulito“.

Contro i reality show

Raffaella, poi, si scaglia contro i reality show:

“Oggi in tv vedo naufraghi con un filo nel sedere o con i seni rifatti da cui spunta un capezzolo. Non giudico perché non sono mai stata moralista, però che vogliano mostrare filo e capezzolo è evidente. Forse anche a noi l’avrebbero fatto passare, ma il punto è che non piaceva a me”.

E aggiunge:

“Oggi in tv c’è più libertà, ma è una libertà soprattutto di parola. Noi parolacce non le dicevamo, oggi basta mettere una qualunque trasmissione e se non dici vaffanculo ti guardano anche male”.

Insomma, la Carrà avrà anche messo da parte la carriera da donna di varietà e spettacolo, ma non di certo la grinta e il carattere che la contraddistinguono. Ed è pronta a tornare con una trasmissione completamente diversa, fatta di parole. Pronti a seguirla in questa nuova avventura?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Nato a Zurigo nel 1991, di origini siciliane ma romano d'adozione, Basilio Petruzza è uno scrittore e blogger. Ha pubblicato tre romanzi e ha un blog. È laureato in Lettere, indirizzo Spettacolo, ed è appassionato di televisione e musica.