harry potter

Daniel Radcliffe confessa: “Ho sconfitto l’alcolismo”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tutti conosciamo Daniel Radcliffe, o meglio Harry Potter, il personaggio da lui interpretato nella famosa e fortunata saga della scrittrice J.K. Rowling. Quello che forse pochi sanno è che Daniel ha affrontato una fase molto critica nella sua vita dovuta all’abuso di alcol.

Harry Potter fu il personaggio grazie al quale Daniel Radcliffe ottenne fama internazionale, diventando uno dei giovani attori più conosciuti al mondo. Per dieci anni, il britannico ha vissuto e lavorato solo per i film della saga.  L’attore, in una recente intervista nel programma televisivo “Off Camera with Sam Jones”, ha parlato di come è cominciata la sua dipendenza attribuendone la causa proprio a “Harry Potter”, alla notorietà e all’incontrollabile successo.

Ha dichiarato di non riuscire più a vivere la sua quotidianità, di sentirsi sempre osservato dai media, dalla stampa e ovviamente dai fan. Di essere sempre vigilato, quando entrava semplicemente in un bar o in un pub. Come sfuggire a tutto questo? Attraverso l’alcol.

“Il modo più rapido di dimenticare di essere costantemente osservato era ubriacarmi. Ma quando sei davvero molto ubriaco ti rendi conto che le persone ti osservano ancora più attentamente proprio perché hai bevuto, allora bevi ancora di più. Ha un grosso impatto sulla tua psiche.”

Un circolo da cui fortunatamente, e dopo due tentativi, Daniel Radcliffe è riuscito ad uscire anche con l’aiuto delle persone a lui vicine.

Mi sono alzato una mattina, dopo una nottataccia e mi sono detto: ‘Basta, così non va affatto bene’.

Daniel è sobrio dal 2012 e da allora ha ammesso di non aver più toccato neanche un goccio.

In questo video potrete vedere l’intervista completa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Dottoressa in Comunicazione e marketing d'impresa è appassionata di sport e serie tv. Dinamismo è la sua parola d'ordine!