I protagonisti di "Non mentire"

“Non mentire” in Rai avrebbe vinto, su Canale 5 è flop. Perché?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Perché le fiction Rai sono sempre un successo e quelle Mediaset si rivelano puntualmente un fiasco? Qualsiasi telefilm mandi in onda la rete ammiraglia Rai, ottiene grandi riscontri in termini di auditel e di critica. Canale 5, invece, colleziona un flop dopo l’altro. Ma perché?

Ascolti in calo per Non mentire

Analizziamo i dati auditel più da vicino: ieri, domenica 24 febbraio, Che tempo che fa – in onda su Raiuno – ha totalizzato ben 3.868.000 spettatori, pari al 14.7% di share, mentre Che tempo che fa – Il tavolo ha conquistato un discreto 11.8% di share. Su Canale 5, invece, la seconda puntata della fiction Non Mentire ha ottenuto 3.328.000 spettatori pari al 14.1% di share, in calo rispetto alla prima puntata. L’esordio non era stato certamente entusiasmante, ma la puntata di ieri sera è persino scesa in termini di auditel.

I motivi del flop

Perché una fiction di qualità come Non mentire si sta rivelando l’ennesimo flop di Canale 5? Azzardiamo una prima motivazione: la serie in onda attualmente su Canale 5 è una vera e propria mosca bianca, un prodotto ben confezionato, arricchito da un cast inusuale per la fiction Mediaset e da una vicenda accattivante e nuova per il pubblico italiano. I telespettatori di Canale 5, probabilmente, non sono abituati a un prodotto del genere, mentre gli spettatori della Rai sono troppo abitudinari (e snob?) per spostarsi sui canali Mediaset. Sarà questo il motivo?

Ne azzardiamo un altro: la fiction Mediaset, negli anni, non è stata capace di conquistarsi la credibilità agli occhi del pubblico, proponendo prodotti di dubbia qualità e sempre rivolti allo stesso target (perlopiù trame incentrate su scontri mafiosi e famiglie malavitose). La Rai, checché se ne dica, è capace di rischiare e propone puntualmente fiction diverse, eterogenee e abili nel coinvolgere differenti tipi di pubblico, da quello più adulto a quello più giovane.

Eccone ancora uno: il pubblico di Canale 5 è poco interessato alla fiction e predilige i talent e i reality show, spettacoli più leggeri e frizzanti, in cui poter interagire attraverso i social network. Sbrigativamente, si potrebbe affermare che si tratti di un pubblico più giovane. In verità, forse, è il caso di parlare di un pubblico più avvezzo ai social.

Noi siamo convinti che, se Non mentire fosse andata in onda su Raiuno, si sarebbe rivelata una fiction di grande successo. Su Canale 5, invece, sta arrancando. Ed è un vero peccato, perché Mediaset, stavolta, ha osato, proponendo al pubblico un thriller di qualità.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Nato a Zurigo nel 1991, di origini siciliane ma romano d'adozione, Basilio Petruzza è uno scrittore e blogger. Ha pubblicato tre romanzi e ha un blog. È laureato in Lettere, indirizzo Spettacolo, ed è appassionato di televisione e musica.
Se su Instagram?

Seguici sulla nostra pagina Instagram per scoprire tutte le news sul mondo del gossip

Seguici su Facebook

Scopri tutte le news che riguardano il mondo del gossip, della televisione e dello spettacolo.