Riccardo Fogli

Isola: Riccardo Fogli umiliato per fare ascolti, ma è flop!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ieri sera, su Canale 5, è andata in onda una delle pagine più brutte e imbarazzanti della tv italiana. Un uomo di settant’anni, Riccardo Fogli, è stato umiliato in diretta per qualche punto di share in più che, puntualmente, non è arrivato. Il (presunto) tradimento da parte della moglie di Fogli è stato spiattellato davanti a tutti da Fabrizio Corona, ma l’Isola rimane un flop senza precedenti.

Corona umilia Riccardo Fogli

Andiamo con ordine. Si vocifera da un po’ che Karin Trentini, moglie di Riccardo Fogli, l’abbia tradito. Durante l’Isola dei famosi, di cui Fogli è un concorrente, la notizia è venuta a galla. Ieri sera, infine, il colpo di grazia: Fabrizio Corona, in collegamento con la trasmissione, ha detto al diretto interessato che sua moglie lo tradisce da ben quattro anni. Ecco le parole del paparazzo:

«Devi imparare che, nel momento in cui scegli di metterti in gioco in un reality, devi accettare tutto quello che viene pubblicato. E se tua moglie ti ha tradito per quattro anni, si tratta di informazione. Noi che che scegliamo di stare con donne giovani, dobbiamo accettarlo. Ormai, quando le cose diventano pubbliche, è meglio dire “ok, ci sta”. Alla fine siamo tutti un po’ cornuti, Riccardo»

Riccardo Fogli non è stato soltanto utilizzato per risollevare gli ascolti di una trasmissione flop. Peggio ancora, è stato tratto in inganno, umiliato davanti a tutti, offeso e sminuito. A tanto bisogna arrivare per migliorare le condizioni di un programma agonizzante, che – di fatto – continua a non dare segni di ripresa? Quella andata in onda ieri sera è, senza dubbio, la pagina più triste e spiacevole dell’Isola dei famosi.

L’Isola resta un flop

Il fine giustifica i mezzi? Facciamo finta che sia vero. Facciamo finta addirittura che sia corretto utilizzare il privato di un concorrente, peraltro un artista con oltre cinquant’anni di carriera, per dare nuovo lustro al reality. Sta di fatto che l’Isola si conferma un flop e gli ascolti di ieri lo confermano: soltanto 2.846.000 spettatori pari al 16.9% di share (scopri qui tutti i dati auditel di ieri sera).

C’è da dire che, sui social, al programma è stata riservata maggiore attenzione: tutto vero, ma si tratta soltanto di critiche feroci e indignazione. Siamo certi che il gioco valga la candela? Siamo certi che valga la pena mettere in scena uno spettacolo tanto indecente per qualche migliaio di tweet in più? Noi crediamo proprio di no.

Quello che è successo ieri è da dimenticare. Un fatto del genere conferma una cosa soltanto: l’era dei reality si è inesorabilmente consumata. Canale 5 dovrebbe tentare altre strade, perché i risultati fallimentari degli ultimi tempi dimostrano che il pubblico è stanco. E questa edizione dell’Isola si preannuncia essere l’ultima. Almeno a Mediaset.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Nato a Zurigo nel 1991, di origini siciliane ma romano d'adozione, Basilio Petruzza è uno scrittore e blogger. Ha pubblicato tre romanzi e ha un blog. È laureato in Lettere, indirizzo Spettacolo, ed è appassionato di televisione e musica.