2 '  
Categorie Cinema

Pif torna al cinema con “Momenti di trascurabile felicità”

È arrivato nelle sale italiane il 14 marzo il nuovo film di Daniele Lucchetti, Momenti di trascurabile felicità, interpretato da Pif. L’opera è tratta dai libri di Francesco Piccolo.

L’origine del film

Momenti di trascurabile felicità e Momenti di trascurabile infelicità sono due piccoli libri di Francesco Piccolo, vincitore del Premio Strega 2014: l’autore, nelle sue opere, annota situazioni e momenti quotidiani in cui ci si sente felici o infelici, ma che sono talmente connaturati alla vita, che spesso vengono trascurati. È da questi due libri che il regista Daniele Lucchetti ha tratto ispirazione per il suo nuovo film, Momenti di trascurabile felicità, in una racconta una storia assente nei libri di Piccolo, ma che da essi trae spunto, parlando proprio della felicità o infelicità delle piccole cose.

La trama

Il film di Lucchetti, uscito nelle sale il 14 marzo, racconta la storia di Paolo, interpretato da Pif, un ingegnere che trova godimento compiendo delle piccole trasgressioni che, alla fine, gli si riveleranno fatali: infatti, l’uomo, che attraversa un incrocio con il motorino senza tuttavia rispettare il semaforo rosso, viene investito da un’automobile e muore sul colpo. Si ritroverà così in una sorta di Aldilà in cui Renato Carpentieri, nei panni di Paradiso, il custode del luogo, gli dà la possibilità di ritornare sulla Terra per un’ora e trentadue minuti, per congedarsi definitivamente dalla sua vita, senza avere più rimpianti.

Inizia così il viaggio di Paolo, in un misto di tragedia e commedia: il tema principale non è quello della morte, ma quello dell’assurdità del vivere senza considerare di dover prima o poi morire. Co-protagonista del film è la cantautrice e attrice Thony.

Ecco il trailer ufficiale del film:

Partecipa alla discussione...

Il tuo indirizzo email non verrà reso pubblico. Campi obbligatori*