Barbara D'Urso

“Live” di Barbara D’Urso è un flop: ecco il motivo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo la prima puntata di Live – Non è la D’Urso, il nuovo show di Barbara D’Urso, si è parlato di un successo clamoroso. Il programma era stato visto da 2.796.000 spettatori, pari al 17.1% di share. In verità, la trasmissione è sempre stata un flop e oggi vi spieghiamo il perché.

Un insuccesso, altro che ascolti record!

La prima punta di Live, dicevamo, ha ottenuto il 17,1% di share. Un risultato non brillante, ma di tutto rispetto. Ma che cos’è lo share? Lo share è un valore dato dalle persone sintonizzate su un programma in un determinato intervallo di tempo sul totale delle persone in quel momento davanti ad un televisore acceso. Questo, quindi, vuol dire che lo share può essere alto sebbene gli ascolti siano bassi. Questo, inoltre, vuol dire che una trasmissione può vincere in valori assoluti (conteggiando il numero di telespettatori e facendone la media), ma perdere in termini di share.

Va da sé, dunque, che – visto che i risultati auditel sono dati dalle medie degli spettatori sintonizzati su una trasmissione – più lunga è la durata di un programma, maggiore è la possibilità di aumentare lo share. Infatti, Live si conclude sempre dopo l’una di notte, mentre i programmi Rai terminano alle 23.30 circa. Questo vuol dire che lo show della D’Urso ha una durata di quasi due ore in più rispetto ai competitor. Quindi è assai probabile che il pubblico, terminate le prime serate Rai, si sposti su Canale 5, perciò la media dello share del programma è inevitabilmente più alta, ma è una sfida impari. Le trasmissioni dovrebbero finire allo stesso orario per parlare di vincitori e sconfitti.

La verità sugli ascolti tv

Per spiegare con un esempio pratico quanto detto, basta osservare i risultati della seconda puntata di Live e confrontarli con quelli de La porta rossa 2: Barbara D’Urso ha totalizzato 2.331.000 spettatori, pari al 14% di share. La porta rossa 2, invece, 2.807.000 spettatori pari al 12.4% di share. Perché? semplice: lo show di Canale 5 è terminato all’01.06, la fiction Rai alle 23.35.

Dunque è corretto dire che la D’Urso abbia vinto in termini di share? In parte, perché è vero che i numeri parlano, ma l’eccessiva durata del programma falsa i risultati. Quale sarebbe stato lo share di Live se il programma si fosse concluso alle 23.30 come le altre trasmissioni? Decisamente più basso. Né la prima né la seconda puntata di Live sono state un successo (nella prima, si scontrava con la partita Champions League Bayern Monaco-Liverpool, terminata addirittura prima delle 23).

Ovviamente, sui social, Barbara D’Urso parla di un successo clamoroso del programma, con picchi di share sopra il 20%. Ma la verità è un’altra ed è ben diversa… caffeuccio amaro per Barbara!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Nato a Zurigo nel 1991, di origini siciliane ma romano d'adozione, Basilio Petruzza è uno scrittore e blogger. Ha pubblicato tre romanzi e ha un blog. È laureato in Lettere, indirizzo Spettacolo, ed è appassionato di televisione e musica.