2 '  
Categorie Curiosità

Capelli ingestibili: ecco la bimba con la sindrome di Einstein

Aveva una chioma nera e liscia, ma ora ha una testa piena di ricci indomabili e biondi. No, non si tratta di una tinta per capelli né di un trattamento non andato a buon fine: quella che vi raccontiamo è la storia di Wynter, una bimba che soffre della sindrome di Einstein.

Wynter come Albert Einstain

Pettinare i capelli di Wynter? È impossibile! La bimba di 7 anni, infatti, soffre di una sindrome dei capelli che li rende intrattabili. La stessa che si suppone abbia avuto anche Albert Einstein, che sappiamo essere noto per la sua capigliatura senza controllo. Wynter vive a Northallerton, nel North Yorkshire (Regno Unito). La bimba era nata con una foltissima peluria nera. All’improvviso, però, la sua chioma ha cambiato colore, è diventata bionda ed è letteralmente ingestibile.

La sindrome di cui soffre Wynter è molto rara: pare, infatti, che finora abbia colpito soltanto 100 persone nel mondo: il capello, per una modifica genetica, smette di avere un fusto circolare ma triangolare.

Charlotte Seymour, mamma della piccola Wynter, definisce la bimba una specie di troll e, proprio per questo, la chiama scherzosamente Chucky, come il giocattolo protagonista del film La bambola assassina. La speranza della donna è che, col passare del tempo, i capelli possano riacquistare una forma normale e tornare ad essere pettinabili. Secondo gli esperti, comunque, gli effetti della rara sindrome tenderanno a scomparire con l’avanzare dell’età.

Tag: einstein