The Voice of Italy

The Voice of Italy: tutto quello che c’è da sapere sull’edizione 2019

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Siamo giunti alla sesta edizione di The Voice of Italy, ma è un po’ come se fosse la prima, perché la Rai ha deciso di rimettere a nuovo il talent di Raidue. La più grande novità? Il ritorno di Simona Ventura. Ma non è finita qui, ecco tutto quello che vedremo a partire da stasera.

Simona in panchina? Mai!

Simona Ventura, dopo essersi divisa tra Sky, Agon Channel e Mediaset, è tornata finalmente a casa: la prima puntata di The Voice, in onda stasera, su Raidue, alle 21.15, segna ufficialmente il rientro di Super Simo nell’azienda che ha consacrato il suo successo. A guidare le otto puntate del talent show, dunque, sarà proprio la conduttrice piemontese, che ha già assicurato che la sua sarà una presenza “ingombrante”. Ecco cosa ha rivelato:

Ho visto tutte le versioni del mondo, in Francia praticamente non c’è il conduttore ma io lo spazio me lo prendo, perché gli olandesi sanno chi sono”

Simona, dunque, non ha alcuna intenzione di starsene in panchina e il suo The Voice avrà la sua impronta.

I giudici e il nuovo meccanismo

Ma veniamo ai nuovi coach del talent, che saranno – come sempre – quattro: Gigi D’Alessio, arrivato in corsa dopo il no della Rai a Sfera Ebbasta, Elettra Lamborghini, la sexy ereditiera nota per la partecipazione a Riccanza, Gué Pequeno, il rapper e produttore discografico, ex componente dei Club Dogo, e infine Morgan, che i talent show li conosce bene, visto che è stato uno dei volti più amati di X-Factor e poi di Amici.

L’edizione 2019 di The Voice of Italy 2019, tuttavia, sarà più dinamica e appassionante rispetto al passato, dal momento in cui ben cinque puntate su otto saranno dedicate alle Blind Audition, ovvero alle audizioni al buio. In questa fase dei cento aspiranti concorrenti, ogni giudice sceglierà – senza vedere chi canta, quindi valutando solo la voce – 14 concorrenti. Ogni coach avrà il pulsante ‘I Want You’ con cui potrà provare a portare nella propria squadra il concorrente.

Ma non è finita qui, perché ogni giudice potrà bloccare per ben due volte gli altri giudici per escluderli dalla scelta del talento. Al termine di questa prima fase, i cantanti in gara saranno 56, ma – nella quinta puntata – è prevista un’ulteriore selezione: dei 14 talenti scelti ne rimarranno solo 6 per team. Durante la ‘Battle’ – la sesta puntata – ogni coach eliminerà 3 dei suoi 6 talenti. E lo farà dividendo la propria squadra in 3 coppie che si esibiranno con il medesimo brano, in duetti.

E veniamo alla fase finale: i 12 concorrenti (quindi 3 per team) accederanno alla fase di Knockout (settima puntata e semifinale) durante la quale si sfideranno in una serie di brani e solo 4 concorrenti accederanno alla finale di giovedì 4 giugno (cioè 1 per team). Durante il live show (ottava puntata, l’unica in diretta), i talenti si sfideranno l’uno contro l’altro in performance singole o duettando con i coach e gli ospiti. Il voto del pubblico determinerà il vincitore che si aggiudicherà un contratto discografico esclusivo.

The Voice in radio

The Voice, però, non è soltanto tv. Infatti, in contemporanea alla messa in onda del programma su Raidue, su Rai Radio2 andrà in onda la versione radiofonica condotta da Andrea Delogu e Stefano De Martino. Sul sito ufficiale e sul canale YouTube si troveranno le clip delle puntate e vari extra.

Dunque ci siamo, da stasera fino al 4 giugno, la musica tornerà a battere sul 2!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Nato a Zurigo nel 1991, di origini siciliane ma romano d'adozione, Basilio Petruzza è uno scrittore e blogger. Ha pubblicato tre romanzi e ha un blog. È laureato in Lettere, indirizzo Spettacolo, ed è appassionato di televisione e musica.