2 '  
Categorie Programmi TV

Palinsesti Rai: Antonella Clerici, Paola Perego e Cristina Parodi senza lavoro

Sono stati finalmente resi noti i palinsesti Rai per la stagione 2019/2010 e ben tre conduttrici sono rimaste a mani vuote: Antonella Clerici, Paola Perego e Cristina Parodi senza programmi nella nuova stagione televisiva.

Tre conduttrici in panchina

Alla fine sono rimaste a mani vuote. Antonella Clerici, dopo il tentativo fallimentare di riportare in video Portobello e i risultati non proprio brillanti di Sanremo Young, si è vista cancellare quest’ultimo programma. La conduttrice, quindi, tornerà su Raiuno per presentare Lo Zecchino d’Oro e la maratona di Telethon, ma per lei – almeno in questa prima parte della stagione televisiva, non ci sono progetti nuovi.

Teresa De Santis, direttrice di Raiuno, ha tentato di rassicurare tutti, durante la conferenza stampa per l’annuncio dei nuovi palinsesti, dicendo che un  progetto in campo c’è e se ne parlerà all’inizio del 2020.

A mani vuote anche Paola Perego, attualmente impegnata nella conduzione di Non disturbare. Nella nuova stagione televisiva, per lei non c’è alcun programma in vista, ma Carlo Freccero, direttore di Raidue, ha fatto sapere di voler riportare in video La Talpa. Ci riuscirà?

Boccone amaro anche per Cristina Parodi: dopo l’esperienza non propriamente memorabile di Domenica In, nella stagione televisiva 2017/2018, e La prima volta, andato in onda quest’anno, sempre di domenica, ma stavolta nella fascia oraria tra le 17.35 e le 18.45 (quindi dopo Domenica In), per la signora Gori non ci sono progetti in cantiere.

Insomma, tanto malcontento all’annuncio dei nuovi palinsesti, ma c’è chi può gongolare: Simona Ventura sarà al timone di quattro programmi, Mara Venier lavorerà a tre progetti (Domenica In, La porta dei sogni e un programma in radio), Lorella Cuccarini tornerà in video a La vita in diretta, Costantino Della Gherardesca sarà ancora al timone di Pechino Express, Raffaella Carrà tornerà con A raccontare comincia tu (le puntate saranno saranno quattro).