2 '  
Categorie Gossip

Volete fare le vacanze con la Royal Family? Prenotate un cottage ad Anmer e sarete accontentati

Non avete ancora deciso dove andare in vacanza? O invece state già programmando una fuga di un paio di giorni dopo il rientro a lavoro? Segnatevi in agenda il villaggio di Anmer, nella contea di Norfolk dove si trova un grazioso cottage che durante il periodo estivo è affittabile.

Il paesino che conta 29 abitazioni, per un totale di 63 abitanti, può contare su alcuni ospiti illustri che potrebbero diventare i vostri vicini di casa: si tratta di Kate Middleton, suo marito William (futuro re d’Inghilterra) e i loro bambini George, Charlotte e Louis. Il cottage, con due camere da letto e un bel giardino, viene affittato per quasi 800 euro al mese.

Perchè la Royal Family si trova ad Anmer?

Il principe William guiderà elicotteri di salvataggio e la sua base è vicina alla tenuta di Sandringham di Anmer,che gli è stata regalata dalla regina Elisabetta come regalo di nozze.

Il cottage, quindi, può essere un’ottima opportunità per avere come vicini una coppia assai lontana dagli usi e costumi popolari e magari avere modo di scambiare due chiacchiere con William su una delle sue passioni più grandi: le moto, anche se per amore di Kate ha accantonato:

“Ogni volta che esce con la moto io sono molto preoccupata, per non dire terrorizzata –

ha raccontato Kate in un’intervista, confessando le sue paure

– Spero di riuscire a togliere George dalla sella della sua motocicletta al più presto”.

Anmer offre vari svaghi ai suoi abitanti: un club dove proiettano film e organizzano barbecue, il Women’s Institute, che si occupa di tematiche femminili, e un club di bocce molto frequentato. E poi c’è uno spaccio e una chiesa del 14esimo secolo. Per candidarsi all’affitto bisogna avere i requisiti giusti che verranno valutati dalla severa agenzia immobiliare: la precedenza viene data a chi lavora in zona. Condizione imprescindibile: non bisogna avere gatti mentre per i cani (grande passione della Regina) l’agenzia è più possibilista.

Leggi anche: