Stefania Rocca

Stefania Rocca: «Per i miei figli ho scelto un baby sitter uomo, serve più a me che a loro»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Stefania Rocca è una delle attrici più amate e apprezzate d’Italia. La donna, sempre impegnata sul set, ha deciso di affidarsi ad un baby sitter uomo per seguire i suoi due figli, Leone, 12 anni, e Zeno, 10. Ecco il motivo della sua scelta.

Una scelta controcorrente

Stefania Rocca ha le idee molto chiare: accanto ai suoi bambini preferisce di gran lunga la figura di un uomo, anziché la classica baby sitter donna. Così, in accordo col marito Carlo Capasa, presidente della Camera Nazionale della Moda, ha fatto la sua scelta, da molti ritenuta controcorrente. Ecco le sue parole:

Con mio marito ci diamo il cambio per stare con i nostri figli e quando non possiamo si divertono con il baby sitter. Carlo e io ci aiutiamo parecchio, se non ci sono io c’è lui con i figli, ma ci dà una grossa mano il baby sitter, come dico sempre, serve più a me che a loro. Mi ha cambiato la vita: le baby sitter tendono ad avere un rapporto con i ragazzi basato sul rispetto delle regole del mangia-bevi-dormi, un uomo invece entra più in empatia con loro, come un fratello maggiore. Li vedo giocare, discutere, hanno tutt’altro tipo di relazione. Questo in famiglia ci aiuta molto

Tra qualche giorno, dal 9 settembre in poi, la Rocca sarà nuovamente la direttrice dell’Otranto Film Fund Festival, manifestazione incentrata sulla sostenibilità e proprio sulla diversità, ma non sa se i suoi bambini la seguiranno in Puglia. Ecco cosa ha rivelato a tal proposito:

Ancora non sappiamo, iniziano la scuola il 4 settembre e più crescono, più hanno le loro attività. C’è sempre meno tempo per seguire me e ne sono contenta, è giusto che si creino i loro sogni e amicizie. Sono felice della loro indipendenza, come genitore lavori tanti anni per questo. Anche se da mamma un po’ mi spaventa quel leggero senso di mancanza, ma so che è normale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Editoria e Giornalismo, ha cercato di unire le sue passioni al lavoro, che l'hanno portata ad occuparsi di raccontare storie che vi faranno appassionare. Curiosa ed eclettica, non può vivere senza il suo lago.