Il sangue è rosso! Nuvenia mostra il ciclo mestruale per come è realmente

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il vero colore del sangue è rosso e Essity insieme a Nuvenia lo sanno bene. Stufi di vedere pubblicità fittizie in cui il ciclo mestruale appare come un liquido blu o a volte violetto, hanno creato una campagna pubblicitaria che lo mostra per come è realmente. Basta taboo, solo pubblicità verità! 

Il sangue è rosso

Il focus del progetto è quello di restituire una visione realistica dell’universo femminile, incoraggiando tutte le donne a non vergognarsi del proprio ciclo. Quante volte a scuola avete nascosto l’assorbente nella manica per non far vedere che andavate in bagno per cambiarlo? Quante volte avete bisbigliato che avevate male allo stomaco perché eravate indisposte? È normale! Nuvenia sprona a non assumere questi atteggiamenti se la nostra preoccupazione è quella di infastidire qualcuno. La campagna #bloodnormal arriva puntuale in un periodo in cui non si fa altro che parlare di Pink Tax ed emancipazione femminile e raccoglie consensi in ogni dove. Sui social, in particolare su Twitter, molti utenti hanno dichiarato di schierarsi a favore della nuova pubblicità di Nuvenia, in cui su un assorbente viene versato finalmente del liquido rosso e non più lilla o celeste.

Lo spot

Nello spot è possibile vedere diverse donne, di ogni età, nell’intento di cambiarsi gli assorbenti, avere rapporti durante il ciclo mestruale o discorrerne tranquillamente mentre sono fuori con gli amici; una pubblicità che mostra la realtà di tutti i giorni semplicemente come realmente è. Nuvenia ed Essity ricordano che le mestruazioni non sono un evento invalidante, ma solamente uno step mensile di ogni essere di sesso femminile. Lo spot nel 2018 ha vinto anche il Glass Lion for Change Grand Prix di Cannes, nella categoria che promuove il cambiamento culturale mediante prodotti multimediali. In Italia la campagna è arrivata davvero di recente, ma è diventata virale sin da subito. Lucia Tagliaferri, Direttore Commerciale Consumer Goods Essity Italia, afferma:

Rarissime, infatti, sono le rappresentazioni realistiche del ciclo femminile, e altrettanto rara la comparsa del nome “mestruazioni”, sostituita da sinonimi altrettanto neutri e poco evocativi. Da anni Essity si impegna per rompere tabù che ledono il benessere degli individui; con questa campagna vogliamo scendere in campo al fianco delle donne per abbattere i pregiudizi che resistono intorno ad un tema così importante, legato alla loro quotidianità, stimolando e mantenendo vivo un dibattito costruttivo nella società.

Video

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv