Patty Pravo

Patty Pravo: «Il carcere? Un’esperienza bellissima! La droga? Meglio prima»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Trasgressiva, sopra le righe, prorompente: Patty Pravo non è mai stata una donna addomesticabile e non ha mai perso occasione per dimostrarlo. Ieri, ospite di Barbara D’Urso, ha raccontato alcuni aneddoti del suo passato, lasciando il pubblico letteralmente a bocca aperta.

Le confessioni di Patty Pravo

Patty Pravo, si sa, è un’artista iconica e una donna assolutamente anticonformista. Ospite di Live – Non è la D’Urso, la cantante si è raccontata senza filtri. Ecco alcune rivelazioni sulla sua amicizia con Jimi Hendrix e non solo:

All’epoca ci si faceva di roba buona, mica quella che gira ora. A quei tempi si usava. Una sera ci siamo trovati in una 500 a Roma. Stavamo fumando quando la polizia ci ha fermati. Per fortuna, mi hanno riconosciuta e ci hanno fatti andare via. Da quel momento con Jimi è nata un’amicizia che purtroppo è durata troppo poco.

Non solo: Patty ha parlato anche della sua esperienza in carcere. Ecco le sue parole:

È stato bellissimo. Sono venuti da me perché cercavano Maradona, ma poi mi hanno portata in carcere. Sono stata lì tre giorni, ho conosciuto delle persone bellissime. Mentre uscivo ho cantato Ragazzo triste con tutte le altre detenute.

Insomma, Patty perde il pelo, ma non il vizio… per fortuna.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv