harry

Principe Harry salva un soldato gay dagli omofobi: il racconto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Harry, Duca del Sussex, ultimamente lo abbiamo visto su ogni notiziario e sulla prima pagina di tutti i giornali: il Principe vuole rinunciare ai titoli reali per vivere una vita umile insieme a sua moglie Meghan Markle e al loro piccolo Archie. Inutile dire che la Regina non ha preso bene la decisione del nipote, ma per il momento non si hanno notizie su una concreta manovra da parte di entrambi. Questa volta, però, a parlare è James Wharton – un ex soldato inglese che spezza una lancia in favore del buon cuore di Harry. Vediamo perché.

Harry, cuore di panna

 

Il fatto risale al 2008 e Wharton lo ricorda come fosse ieri: stando a quanto racconta l’ex soldato, alcuni commilitoni avevano preso il vizio di infastidirlo in quanto omosessuale. È stato in quel momento che il Principe Harry è intervenuto dicendo di smetterla immediatamente, altrimenti avrebbero dovuto vedersela con lui. Ecco le parole di James:

Mi ero imbattuto in una situazione non proprio piacevole con alcuni soldati di un altro reggimento e, in sostanza, loro non sopportavano il fatto che fossi gay. Continuavano a deridermi e mi bullizzavano e la cosa mi faceva sentire piuttosto a disagio. Proprio in quei giorni mi sono imbattuto nel principe Harry. Lui si è subito accorto del mio stato d’animo e mi ha chiesto quale fosse il problema.

Poi continua:

Gli ho detto che c’erano dei soldati che non erano molto contenti del fatto che fossi gay. Gli dissi che forse mi avrebbero ucciso. Lui è rimasto colpito da questa mia confessione, era senza parole e visibilmente sconvolto. Io non riuscivo ad impedire alle lacrime di sgorgare dai miei occhi. Lui mi strinse e mi disse «Tranquillo, li sistemerò una volta per tutte». Il principe Harry è uscito e ha visto questi soldati, ha parlato con loro e il problema è scomparso. Disse loro di lasciarmi in pace e che lui era dalla mia parte e al mio fianco in quell’occasione. Sarò sempre grato a Harry. Non dimenticherò mai cosa è successo.

Insomma, speriamo che la famiglia Reale sappia riconoscere il vero valore del povero Harry che fino a oggi è sempre passato per la pecora nera della famiglia.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv