2 '  
Categorie Gossip

Pierfrancesco Favino: «Sono un tipo fedele, amo mia moglie da 17 anni»

Pierfrancesco Favino, che in questi giorni è al cinema con il film Hammemet, in cui interpreta Bettino Craxi, si è raccontato in una lunga intervista radiofonica a I Lunatici. Ecco cosa ha detto a proposito della moglie, l’attrice Anna Ferzetti, e dei suoi esordi nel mondo della recitazione.

Le confessioni di Pierfrancesco Favino

Pierfrancesco Favino non si è risparmiato: l’attore romano, intervistato da I Lunatici, ha parlato di donne, d’amore e della sua carriera, che si è consolidata poco per volta. Ecco le parole di Favino:

Può sembrare ridicolo, sicuramente sono attratto dall’aspetto fisico di una donna, ma è come se ci fosse qualcosa in più ad attirarmi, come i particolari fisici si mettono insieme. Mi innamoro del carattere, della capacità di farmi ridere, sono quel tipo di uomo. Mi devo innamorare, anche solo di un dettaglio.

Poi, Pierfrancesco ha parlato della moglie Anna Ferzetti, che l’ha reso padre di due figlie:

Sì, sono un tipo fedele, alla mia donna e a quello che costruiamo insieme. Penso che la fedeltà sia anche questo. Essere fedeli non solo all’altro ma anche a quello che costruite insieme.

Non solo amore e famiglia, comunque. Favino ha voluto raccontare i suoi esordi:

Io ci ho messo un sacco di tempo a riuscire a fare questo mestiere con continuità. Ho fatto un sacco di altri mestieri per pagare l’affitto o per mangiare. Ma non l’ho mai fatto pensando che il mondo di me non riconoscesse la mia capacità. Ho iniziato a fare questo lavoro sapendo che era complicato, ma l’ho fatto sempre con grande gioia. Ci sono stati momenti difficili in cui non capivo perché scegliessero altri e non me. Faccio l’attore dal 1992, i film che hanno iniziato a farmi vedere sono del 2005, del 2004. Negli anni precedenti ho fatto la gavetta, per fortuna. Ho sempre fatto l’attore con gioia. In questo mestiere poi c’è anche una grande componente di fortuna. La nostra professione va a ondate. In questo momento lavoro tanto, magari un momento non andrà così.