Luigi Berlusconi compra l’app gay Grindr: lo scoop

Luigi Berlusconi, l'ultimogenito di Silvio Berlusconi, ha deciso di comprare l'app di incontri gay Grindr: ecco lo scoop del giorno.

Luigi Berlusconi, l’ultimogenito di Silvio Berlusconi, ha deciso di comprare l’app di incontri gay Grindr: questo è quello che riporta Il Corriere della Sera. Ecco cosa rivela il quotidiano.

Luigi Berlusconi proprietario di Grindr?

L’app di incontri gay Grindr potrebbe diventare italiana grazie a Bending Spoons, una delle prime dieci aziende al mondo per download di app, che tra i soci ha Luigi Berlusconi. Stando a quello che riporta Il Messaggero e Il Corriere, la scorsa settimana Bending Spoons e un pool di banche italiane (tra cui Intesa Sanpaolo, Banco Bpm e Banca Ifis) hanno fatto un’offerta 260 milioni di dollari per acquistare l’app di incontri, che oggi conta più di 4 milioni di utenti attivi.