Sanremo 2020: il monologo di Rula Jebreal fa breccia nel cuore di tutti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Festival di Sanremo è iniziato proprio ieri e già dalla prima puntata ha creato grande scalpore: dall’esibizione di Achille Lauro – da alcuni definita blasfema – al discorso sulla bellezza di Diletta Leotta criticato da una sua collega fino ad arrivare alle critiche mosse nei confronti di Tiziano Ferro. Insomma, nonostante sia stato solo il primo appuntamento della settimana, il Festival non tarda a destare entusiasmo e malcontento tra il pubblico. Ieri sul palco del Teatro Ariston anche il monologo di Rula Jebreal ha mosso gli animi e ha fatto breccia nel cuore di tutti i presenti.

Rula Jebreal parla della violenza sulle donne

 

Il discorso di Rula è stato incentrato tutto sul tema delicatissimo della violenza sulle donne; la Jebreal ha condiviso con il pubblico il suo dramma personale: il suicidio di sua madre. Il pubblico incredulo ha ascoltato le sue parole nel più totale silenzio e ha capito fino in fondo l’immenso dolore di una figlia che ha visto morire la donna più importante della sua vita dandosi fuoco a causa delle violenze subite. Fra il pubblico anche la figlia di Rula Jebreal che fino a ieri sera non sapeva nulla.

Il monologo

 

https://www.youtube.com/watch?v=vdL9uf4vd38

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv