Un posto al sole

Un posto al sole: attori si rifiutano di recitare scene a contatto ravvicinato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sono giorni davvero difficili per il mondo intero: il Coronavirus sta mettendo in ginocchio tutti e anche la tv sta vivendo momenti di difficoltà. Ad esempio, la soap opera più longeva e amata d’Italia, Un posto al sole, che ogni giorno gira decine e decine di scene, ha dovuto far fronte all’emergenza. Ecco come.

Un posto al sole affronta il Coronavirus

 

Gli attori della soap Un posto al sole sono stati categorici: non hanno alcuna intenzione di girare le scene in cui c’è un contatto fisico con altri colleghi, quindi niente baci, abbracci o qualsiasi altra forma di vicinanza fisica:

Fonti vicine alla produzione rivelano a Fanpage.it che alcuni attori nei giorni scorsi si sarebbero rifiutati categoricamente di girare scene a contatto ravvicinato con altri attori, come appunto baci e abbracci. Si racconta di proteste vibranti da parte del gruppo storico di attori che avrebbe costretto quindi la produzione a misure d’emergenza. Molte scene sarebbero quindi state sospese in base alle esigenze del momento. La produzione sta lavorando con grande difficoltà per girare tutte le scene che, in questo momento storico, non mettano a rischio la salute degli attori.

Insomma, l’emergenza Coronavirus riguarda davvero tutti e non fa eccezioni per nessuno: dalla gente comune sino ai personaggi pubblici, la paura è tanta ed è necessario seguire attentamente le regole che ci sono state imposte per evitare che il contagio continui a diffondersi.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Editoria e Giornalismo, ha cercato di unire le sue passioni al lavoro, che l'hanno portata ad occuparsi di raccontare storie che vi faranno appassionare. Curiosa ed eclettica, non può vivere senza il suo lago.