Asia Argento

Asia Argento parla del compenso per Pechino Express: «Mi hanno dato il minimo»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Asia Argento è un personaggio a tratti istrionico, ma non ha peli sulla lingua. L’attrice e figlia d’arte dice sempre ciò che pensa, anche se questo può andare in contrapposizione con le regole del buonsenso stesso. Ieri ha voluto avviare una diretta Instagram con la sua amica Vera Gemma, con la quale ha fatto coppia nel programma Pechino Express. Davanti a milioni di spettatori ha voluto parlare della sua esperienza, ma soprattutto…di soldi!

Asia Argento e il compenso per Pechino Express

Purtroppo l’avventura di Asia a Pechino Express non è stata delle migliori e l’attrice ha riportato anche diverse fratture:

Io mi ero preparate per 5 mesi con Vera e sono durata 5 giorni. Mi sono rotta il ginocchio, ma anche due dita. Nessuno mi credeva perché non piangevo. Non mi prendevano sul serio perché non frignavo, io il dolore lo so incamerare. Poi in ospedale hanno fatto una pantomima per beccare il mio dolore. Per fortuna non mi potevano riprendere ma a te ti hanno lasciata fuori per poter riprendere il tuo dolore.

Ma poi continua:

Lo voglio dire, non me ne fotte un cazzo, fatemi causa non me ne frega, a me non mi pagano niente, mi hanno pagato il mimino garantito, ok? Zero, nulla di più. Comunque quella sera siamo tornate e a me avevano fatto un gesso antidiluviano, un gesso sbagliato. Non vedevo una roba del genere dagli anni 80. Mi strizzava tutta la gamba e non stavo bene in quello stato. Ma poi tornate in albergo dopo l’ospedale volevano fare una pantomima di noi felici. Ci hanno mandato le telecamere ci hanno chiesto di brindare perché avevamo vinto il bonus, per me era un agonia e ci hanno chiesto di parlar male degli altri concorrenti, di parlar male delle Top. Addirittura mi hanno chiesto di abbassare la gamba perché non si vedeva nell’inquadratura. Io gli ho detto “mi avete rotto i coglioni”.

Evidentemente, forse, non era ben chiara la partecipazione a un reality; programma che – per definizione – coglie ogni attimo reale, che questo sia dolore, allegria, frustrazione e chi più ne ha più ne metta.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv