Aldo Giovanni e Giacomo

© ANSA / ETTORE FERRARI

Giacomo Poretti ha sconfitto il CoronaVirus: «Sono disposto a donare il plasma»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Giacomo Poretti è il Giacomo di Aldo, Giovanni e Giacomo. Il comico ha contratto il CoronaVirus all’inizio di marzo e ha voluto raccontare la sua brutta esperienza, fortunatamente finita per il meglio. Oggi è guarito ed è pronto a collaborare e donare il suo plasma affinché tante altre persone possano sconfiggere il Covid19.

Giacomo Poretti parla del CoronaVirus

Ecco le parole del comico:

Sono tornato da una settimana bianca il 7 marzo. Il giorno dopo avevo dolori alle ossa e una profonda debolezza. Ho avuto 8 giorni di febbre altissima, come mai ho avuto nella vita…ora il tampone è negativo… voglio fare il test sierologico e sono disposto a donare il plasma.

E continua:

Mi sono letteralmente spaventato, perché mai come in questa situazione evocare l’ospedale era come evocare il cimitero…Ho passato 8 giorni a controllare il respiro. Quando è finita la febbre avevo una spossatezza come se avessi fatto 5 maratone di New York… Ricordo che una mattina non sono riuscito nemmeno ad aprire la caffettiera per quanto ero debole…

Anche sua moglie, Daniela Cristofori, è stata contagiata. L’attore dice però che il Covid19 l’ha colpita in maniera diversa:

Le donne sono sempre più forti. A lei la febbre è durata solo due giorni. Ha perso però olfatto e gusto…

Sugli altri due membri del trio Giacomo Poretti scherzando dice:

Nei trii il virus colpisce una sola persona, a me è andata di sfiga!

Non sono pochi gli artisti dimenticati dai vari decreti del Governo e proprio in merito alla fase 2 e 3, Poretti rivela di avere un grande desiderio; quello di poter tornare in teatro con il suo spettacolo Chiedimi se sono di turno, stoppato in malo modo prima del lockdown:

Mi piacerebbe ripartire portando lo spettacolo negli ospedali, con un nuovo prologo magari dedicato a questa vicenda: perché io so che cosa possono avere passato…Sarà un modo per stare vicino a tante donne e tanti uomini che hanno vissuto settimane intere in trincea.

Insomma, tutto è bene quel che finisce bene!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv