Mille

Interviste POP: Mille, da X-Factor al brano “Animali”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Mille, nome d’arte di Elisa Pucci, è una cantautrice nata nella provincia di Roma e milanese d’adozione. Da poco ha pubblicato il suo nuovo singolo, Animali. Ecco cosa ci ha raccontato.

Le parole di Mille

Mille, partiamo proprio da Animali.

Animali fotografa il momento in cui istinto e ragione si danno da fare per scombussolare una vita, delimitata dai confini della comfort zone, messa in discussione dalle domande, dalla necessità di dirsi la verità e di capire cos’è la felicità di cui tutti parlano.

Hai detto «Non tradisco mai il mio entusiasmo, l’istinto e la mia faccia». Tre elementi fondamentali per rivelare la tua natura. Ma chi è Mille?

La somma di molte rivoluzioni e catastrofi che a un certo punto si sono sedimentate per dare spazio a calma e lentezza, necessarie per scrivere le canzoni, stavolta, in italiano.

È vero che da bambina hai falsificato la firma di tuo padre per partecipare allo Zecchino d’Oro?

Sì, ma poi non ho voluto più falsificare niente perché il mio papà non è che l’avesse presa proprio bene! Avevano consegnato a scuola i moduli per l’iscrizione alle selezioni dello Zecchino d’Oro, i fogli erano brandizzati dall’azienda che organizzava le selezioni nel Lazio. Mio papà credeva fossero le solite pubblicità di enciclopedie, e la sua biblioteca ne era già ben fornita. Dinanzi al suo disinteresse nell’approfondire la mia richiesta, io ho compilato il modulo, mi sono esercitata nel rifare la sua firma e ho apposto il suo nome e cognome nello spazio dedicato all’autorizzazione dei genitori. La richiesta di partecipazione fu accolta. Poi partecipai all’edizione di quell’anno, ma i miei iniziarono a guardarsi bene dal prendere tutto quello che richiedesse una firma e di non farmelo passare per le mani.

Ma torniamo al tuo passato più recente: sei laureata in Economia.

Un’amore breve di tre anni, con incontri fugaci in facoltà, supportato da mille lavoretti e dal comfort dei treni regionali, luoghi ideali per preparare gli esami egregiamente e per regalarti indimenticabili infiammazioni del nervo sciatico.

Prima di approdare alla musica, hai fatto parte di una compagnia teatrale. Un’artista a tutto tondo, che non ama precludersi nulla. Cosa significa per te recitare?

Un vero amore estivo. Ho iniziato a lavorare come attrice per caso, mi han fatto un provino a mia insaputa durante un’intervista in radio con i Moseek. Due giorni dopo mi chiamano e mi propongono una parte. Andare in tournée è stata una bella palestra.

Nel tuo recente passato c’è X-Factor: hai partecipato alla nona edizione del programma con la band Moseek.

Esperienza meravigliosa, formativa, divertente, un parco giochi della musica dove ho conosciuto alcuni dei miei attuali punti di riferimento. Esperienza dopo la quale è seguito un tour in tutta Italia con i Moseek, che mi ha regalato dei ricordi bellissimi.

Torniamo al presente: Animali è il tuo singolo d’esordio. Prevedi un disco?

Non sono una chiaroveggente, ma posso dire che è in cantiere. Animali è il primo singolo di tante altre canzoni in italiano che ho scritto e che aspettano di uscire dallo studio.

Giovanissima, eppure con tante esperienze alle spalle. Guarda in avanti, come immagini il tuo futuro?

Lo immagino senza mascherina.

Squilla il telefono, è un artista che vuole collaborare con te: chi vorresti che fosse?

Ennio Morricone, che mi propone di produrre una mia canzone, dicendomi «Ma tu lo sai che quel capolavoro di Sapore di Sale l’ho prodotto io, sì?».

Concludiamo le nostre interviste sempre con questa domanda: noi ci chiamiamo DonnaPOP e per noi il termine POP rappresenta qualcosa di attraente, accattivante, di tendenza. Cos’è per te POP?

Concordo con la vostra visione e mi piace molto il termine “attraente”. Avviene che qualche cosa ci attira perché esistono dei punti di connessione, in cui ci riconosciamo, e che fanno scaturire spunti che vanno ad arricchirci. POP è qualcosa di complementare a noi, a tutti noi. Ad esempio, essere donna è pop.

Clicca qui per seguire Mille su Instagram!

Forse ti interessa anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Nato a Zurigo nel 1991, di origini siciliane ma romano d'adozione, Basilio Petruzza è uno scrittore e blogger. Ha pubblicato tre romanzi e ha un blog. È laureato in Lettere, indirizzo Spettacolo, ed è appassionato di televisione e musica.