Rita Dalla Chiesa

Rita Dalla Chiesa fuori controllo: vuole l’estinzione dei cinesi!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Qualcuno fermi Rita Dalla Chiesa! La giornalista e conduttrice, di tanto in tanto, torna a far discutere per ciò che scrive su Twitter, il suo social prediletto, dove non manca di fare dichiarazioni sconcertanti e spesso davvero inappropriate. L’ultima? Vuole l’estinzione dei cinesi.

Rita Dalla Chiesa contro i cinesi

Niente da fare, Rita Dalla Chiesa è davvero agguerrita e non perde smalto, nonostante spesso si ritrovi a dover far fronte a centinaia di commenti che la invitano a moderare i toni e a rivedere le proprie posizioni. Ricordate quando, solo pochi mesi fa, la conduttrice ha invitato i suoi follower a non andare a Ischia, fomentando così l’eterna rivalità tra nord e sud?

Leggi anche: Rita Dalla Chiesa contro Ischia: quando il Coronavirus è il male minore

Ecco, bene, stavolta la Dalla Chiesa ha fatto anche di peggio: ha detto, senza mezzi termini, di volere l’estinzione del popolo cinese, colpevole della riprovevole pratica della macellazione dei cani per il festival della carne di cane. Ecco le parole di Rita:

È peccato mortale volere l’estinzione del popolo cinese?

Rita Dalla Chiesa contro i cinesi su Twitter

Rita Dalla Chiesa contro i cinesi su Twitter

Rita Dalla Chiesa, populismo e superficialità

L’affermazione della Dalla Chiesa è davvero grave e ripugnante, specie se consideriamo che la giornalista è figlia del compianto Generale Dalla Chiesa. Nessuno, ovviamente, nega il fatto che la pratica dell’uccisione dei cani sia davvero agghiacciante, ma va sottolineato che si tratta di un fatto che non riguarda l’intero popolo cinese, ma solo una sua parte. L’altra, infatti, ne prende le distanze, anzi, combatte tale pratica.

Leggi anche: Rita Dalla Chiesa appoggia Salvini e il web la distrugge: «Povero tuo padre»

Non solo: tali affermazioni, pronunciate con tanta superficialità, rischiano di aumentare la discriminazione razziale verso la Cina, specie dopo il Coronavirus e la sua origine a Wuhan. Perché, dunque, dire frasi populiste e inasprire una situazione già di per sé complicata? Perché fare di tutta l’erba un fascio? Perché attaccare un intero popolo per la colpa di alcuni?

Sarebbe come se tutti gli italiani, indistintamente, venissero considerati razzisti solo perché una parte di essi lo è: non sarebbe bello se qualcuno ci augurasse di estinguerci per l’ignoranza di qualcuno.

Rita, che terribile caduta di stile.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Adora l'universo femminile e ancora di più quello POP. Gli piace osservare e parlare; non gli piace l'arroganza e la frenesia.