risata

Foto: pinterest.com

5 curiosità che vorrai raccontare subito a tutti i tuoi amici

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ci sono momenti in cui la conversazione langue e non si sa proprio come tirare fuori un argomento per uscirne. Capita a un primo appuntamento e a volte anche durante una serata fra amici. In questo articolo troverete 5 curiosità (perfettamente inutili) da condividere con tutti quelli che conoscete!

Leggi anche: 5 ricette facili per preparare dolci buonissimi

5 curiosità (inutili)

Il ketchup

Non tutti sanno che il Ketchup per un lungo periodo del 19esimo secolo veniva usato come medicina: nel 1835, infatti, veniva venduto come medicinale dal Presidente del dipartimento di medicina dell’Università Willoughby in Ohio. L’uomo pensava che i pomodori e la loro acidità potessero curare la diarrea, l’ittero e l’indigestione.

Cavalli

Cosa pensereste se vi dicessimo che i cavalli non possono vomitare? La struttura anatomica del loro apparato digerente, infatti, non è adatta a espellere elementi. Questo discorso vale come regola generale di tutti gli animali erbivori. Il cavallo non riesce a vomitare perché la valvola che fa da tramite fra stomaco ed esofago si apre solamente verso l’interno.

Anatra del Lago Argentino

L’anatra del lago argentino ha un pene lunghissimo: lungo esattamente quanto tutto il suo corpo. Parliamo di circa 45 centimetri ed è divertente pensare che la maggior parte degli uccelli nemmeno possiede un pene.

Miele

Vi stupirà sapere che il miele è l’unico prodotto alimentare che ha una scadenza infinita. Se pensiamo al miele seppellito dai faraoni d’Egitto, possiamo infatti dire con certezza che sia ancora commestibile nonostante siano passati ben 4000 anni.

Pirati

I pirati sono affascinanti e questo è innegabile: molti si chiedono il perché della benda su un occhio, attribuendola alla perdita dello stesso, ma la realtà è un’altra. Coprire un solo occhio sarebbe servito al pirata a vedere anche nell’oscurità: l’occhio umano ha infatti bisogno di 45 minuti per abituarsi completamente alla totale assenza di luce. In questo modo i pirati potevano avere una migliore reattività in ogni occasione, anche nelle grotte.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv