Melissa Satta

Melissa Satta su Prince Boateng: «Desideriamo un altro bambino»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Melissa Satta si è raccontata senza veli a Il Corriere della Sera. La ex velina ha parlato della sua vita, del suo lavoro, di suo marito e del piccolo Maddox. Oggi Melissa ha 34 anni ed è un’influencer nel campo del fitness, anche se cerca di non vivere sempre attaccata al telefono.

Leggi anche: Melissa Satta su tutte le furie: «Siete dei poveretti, mi sono scocciata!»

Melissa Satta si racconta

Ecco cosa ha detto la ex velina sul suo lavoro e sul rapporto con suo figlio Maddox:

Cerco di non farmi travolgere dai social: li vivo come un lavoro, quindi da mamma dedico il tempo che ogni altra donna con figli dedica alla sua professione. Maddox sa che quando lavoro mi devo dedicare a quello, ma poi, quando termino sono io che mi occupo di lui: lo metto sempre a letto io, mangiamo insieme e mi occupo io del suo tempo libero. I social non travolgono la mia vita privata: se siamo in vacanza evito di postare ogni 5 minuti, non sono una social dipendente.

E ancora:

In Italia se sei incasellata in una categoria non puoi fare altro, mentre in America se sei una modella, puoi fare anche l’attrice, la conduttrice e tutto il resto. Qui non è così e da sempre mi batto perché qualcosa cambi: appena ho finito Striscia sono stata presa da Elite, ho fatto tante altre cose, forse l’unica cosa che mi è mancata è stata Victoria Secret’s. Tutt’oggi ho il piacere di non definirmi.

Melissa e Kevin Prince Boateng

Melissa e Kevin sono sposati dal 2016 e hanno avuto un periodo di crisi, ora fortunatamente rientrato. Le cose vanno a gonfie vele, tanto che in progetto ci sarebbe anche un nuovo bebè:

Con Prince ci siamo conosciuti che avevamo due identità ben precise: sposandolo sapevo di dover fare dei sacrifici, di trasferirmi e rinunciare ad avere una stabilità. Lui ha rispettato a sua volta il mio lavoro: ma ci rispettiamo profondamente e capiamo le nostre esigenze. Ancora non abbiamo programmato un altro bambino, almeno non per questa estate! Ma lo desideriamo perché non vorrei che Maddox rimanesse figlio unico: ho due fratelli ed è bello condividere. Quando ero incinta di Maddox ho lavorato fino al nono mese e una donna incinta è una donna che può continuare a coltivare i propri progetti e il suo lavoro.

In bocca al lupo alla famiglia Satta-Boateng!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv