Pierluigi Diaco e Emma D'Aquino

Diaco: Emma D’Aquino rifiuta l’invito a “Io e te”, c’entra Alberto Matano?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sembra proprio che in Rai non si respiri un’atmosfera tranquilla: si mormora, infatti, che Pierluigi Diaco abbia invitato Emma D’Aquino nella sua trasmissione pomeridiana Io e te, ma che la giornalista abbia rifiutato. Ma cosa c’è dietro questo no categorico? Forse l’amicizia e la stima che la lega ad Alberto Matano. Ecco i fatti.

Leggi anche: Diaco, la Rai lo manda a casa: addio “Io e Te”, che farà adesso?

Diaco – D’Aquino: rifiuto per “colpa” di Matano?

Riavvolgiamo il nastro e riassumiamo quanto accaduto di recente: dopo l’addio di Lorella Cuccarini a La vita in diretta e la conferma di Alberto Matano alla conduzione del programma, Diaco ha mostrato grande solidarietà verso la Cuccarini e si è scontrato con Matano fuori dagli studi Rai. Inizialmente si è parlato di un litigio feroce e di parole grosse, ma lo stesso Pierluigi ha detto che non è andata affatto così: si è trattato di un semplice scambio di opinioni.

Leggi anche: Diaco contro Alberto Matano: «Sleale con la Cuccarini, gliel’ho detto in faccia»

Cosa c’entra in tutto questo la D’Aquino? Semplice: la giornalista, che nei mesi scorsi abbiamo visto sul palco dell’Ariston accanto ad Amadeus, dopo le parole della Cuccarini contro Matano, che l’ha accusato di essere un maschilista, ha subito preso le difese del collega, dicendo che è una gran brava persone e che le parole di Lorella sono ingiuste.

Leggi anche: Lorella Cuccarini: dopo la bufera con Matano, il relax con la figlia Chiara

Ecco tutto: sembra che si siano create due fazioni, da una parte Lorella e Diaco, dall’altra Matano e la D’Aquino. Si spiegherebbe così, dunque, il no della giornalista al conduttore. Sarà questa la verità? Aspettiamo ulteriori aggiornamenti.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
DonnaPOP è un magazine al femminile, per scoprire tutte le news che riguardano il mondo del gossip, della televisione e dello spettacolo.