ansia

Foto: © Tero Vesalainen / Shutterstock

Per essere felice devi superare i tuoi limiti mentali: ecco come

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Purtroppo la mente, a volte, è la nostra peggior nemica. Spesso ci troviamo di fronte ad alcuni problemi creati solamente da noi stessi e dai limiti che ci imponiamo. Superare le nostre convinzioni errate sulla nostra persona può aiutarci davvero a vivere una vita più serena e priva di complessi: attenzione! Nessuno dice che sia facile, ma provarci è già un ottimo inizio!

Leggi anche: 6 segreti che non dovremmo confidare a nessuno

Limitazioni mentali: cosa sono e come combatterle

Le convinzioni limitati sono quelle che ci fanno bloccare di fronte alle situazioni che non conosciamo o non sappiamo gestire. Ad esempio prima dell’inizio di un nuovo lavoro o davanti a una relazione che ci spaventa perché troppo coinvolti. Relax! Per fortuna a tutto c’è rimedio. Questi pensieri negativi devono essere scacciati o sostituiti con pensieri positivi che ci danno fiducia.

Non è vero che non sei capace

Non è vero che non sei capace a realizzare i tuoi obiettivi, vietato dire:

  1. Non riesco a farlo
  2. Non so come farlo
  3. Non c’è nessuno che mi fa vedere come fare
  4. Non sono abbastanza intelligente

Niente di tutto questo è vero, ma probabilmente qualcuno ti ha convinto di questo e – quasi sicuramente – si tratta dei tuoi genitori. Quante volte da piccoli ci siamo sentiti dire che non avremmo potuto fare qualcosa o non saremmo stati in grado in quel momento? Purtroppo è successo a molti e con il passare del tempo, in età adulta trasportiamo questa convinzione errata facendoci carico dei fallimenti nello studio o nel lavoro.

La situazione però cambia drasticamente quando scegliamo di dire:

  1. Riesco a farlo
  2. Sono capace, mi ci vuole solo tempo
  3. Se lo hanno fatto altri, riuscirò a farlo anche io
  4. Qualcuno può insegnarmelo

In questo modo inconsciamente (ma nemmeno troppo) aiuterai la tua mente a lavorare attivamente sulla compensazione degli elementi che secondo te ti mancano e riuscirai a valicare i muri creati da te stesso.

Non è vero che non puoi essere amato

Spesso vedendo la fine delle nostre relazioni amorose ci viene da pensare che se sono state tutte fallimentari la colpa sia per forza nostra. Non è così! Le relazioni cambiano in base a come cambiano le persone in esse ed è perfettamente normale chiudere un percorso se si hanno visioni della vita differenti. Questo però non deve farci pensare di non essere meritevoli di amore. Spronati a fare meglio e a essere la versione migliore di te stesso, questo ti aiuterà nella tua prossima relazione.

Non è vero che non riesci ad affrontare i problemi

Non è vero che non riesci ad affrontare i problemi: pensa alla tua vita fino a oggi. Non hai forse affrontato tutto quello che ti è accaduto? Nei casi peggiori avrai dovuto assistere alla fine della tua relazione amorosa, alla morte di una persona cara, a un divorzio, a problemi economici o all’assenza di lavoro. Queste sono tutte cose difficili da affrontare, ma le hai gestite. Rifletti sul fatto che sei ancora in piedi e tutto intero, il tuo livello di fiducia in te stesso aumenterà in modo esponenziale.

Mantra

La mattina, allo specchio, mentre ti prepari per la tua giornata ripeti nella mente queste parole:

Merito di essere trattato bene, con rispetto e dignità
Merito di essere prediletto e adorato da qualcuno
Sono degno di una relazione intima e appagante
Non mi accontenterò di meno di ciò che merito
Farò tutto ciò che occorre per creare questo per me stesso

Quello che ripetiamo a noi stessi, anche inconsciamente ha un peso sulla nostra vita di tutti i giorni. Se ripetessimo tutto il giorno di non essere in grado, di non essere abbastanza, di non essere belli, di non essere intelligenti, di vivere una condizione pessima cosa otterremmo di buono? Nulla! Solo pensieri tossici e limitanti. Apri la mente e amati come solo tu puoi fare, il resto – per fortuna – verrà da sé!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv