Selvaggia Lucarelli e Flavio Briatore

Selvaggia Lucarelli distrugge Briatore: «Prostatite? Arrogante e bugiardo»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Lucida, tagliente, diretta: Selvaggia Lucarelli, all’indomani delle parole della Santanché a In Onda, in cui ha rivelato che Briatore non avrebbe affatto il Covid, ma soffrirebbe di prostatite, ma soprattutto dopo le parole dello stesso Flavio al Corriere, ha deciso di intervenire. Ecco cosa ha scritto la giornalista di TPI e Il Fatto Quotidiano.

Selvaggia Lucarelli affonda Briatore

Selvaggia Lucarelli, si sa, non ha peli sulla lingua, è determinata e agguerrita e, con la sua penna intelligente e ironica, sa bene come affondare il “nemico”. Ecco cosa ha detto a proposito di Briatore:
Flavio Briatore, in una (sua) patetica intervista al Corriere di oggi in cui l’intervistatrice sembra quasi credergli, dice che lui è andato in ospedale per una prostatite e “«Intanto che ero qui, ho fatto il tampone e ancora non so se sono positivo”. “Può darsi che sia positivo, coi venti forti della Sardegna”…

Leggi anche: Covid, Briatore ricoverato in condizioni molto serie: ansia e preoccupazione

E poi ancora:
Alla domanda sulla polmonite sorvola. Non risponde praticamente a nulla.
Quindi: a) ora potrà dire che lui non ha proprio pensato al Covid perché aveva un’altra patologia e se la sfanga dall’accusa di aver sottovalutato i sintomi del Covid. Non ci ha proprio mai pensato, porello, mica avrebbe mai messo a rischio amici, clienti, dipendenti.
b) mica ha viaggiato tra Sardegna, Italia e Montecarlo, facendo una capatina nei suoi locali a Montecarlo, pensando che quei sintomi potessero essere Covid. È la prostata. La famosa prostata che dà come sintomi il raffreddore di cui ha parlato nell’intervista a Porro. E che gli ha diagnosticato Zangrillo al telefono. La speciale, inedita “prostatite mocciolosa”. (Zangrillo confermerà, come accadde con la famosa uveite di Berlusconi?)
c) “Può essere che abbia il Covid, coi venti che ci sono in Sardegna”. Questa è la migliore. Non si è eventualmente contagiato per lo stile di vita avuto in Sardegna, per il focolaio scoppiato al Billionaire, no. È colpa del clima della Sardegna. Maledetta isola ventosa che oltre a spingere le vele, da quelle parti, trasporta il virus come fosse polline.
E poi conclude così:
Chissà come mai non è ancora scoppiata un’epidemia tra i sardi che lavorano tutto il giorno esposti ai venti, ma magari sui campi o in cantieri o al porto o altrove. Dunque, non si assume responsabilità di alcun tipo, Briatore svicola. Ora, ieri s’era detto che magari Briatore avrebbe imparato qualcosa da questa brutta vicenda. A quanto pare ha imparato qualcosa, sì. Che laddove non ci si può giocare la carta dell’arroganza, ci si gioca quella della fuga. Magari aiutato dai venti, quelli lombardi però. Un eroe.
Parole molto dure, quelle della Lucarelli. Cosa risponderà l’imprenditore? Restiamo in attesa…
Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Editoria e Giornalismo, ha cercato di unire le sue passioni al lavoro, che l'hanno portata ad occuparsi di raccontare storie che vi faranno appassionare. Curiosa ed eclettica, non può vivere senza il suo lago.