Gerry Scotti covid positivo

Gerry Scotti: «Potrei passare in Rai, ma c’è un problema…»

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Per tutti, Gerry Scotti è un volto Mediaset: ormai da tre decenni, infatti, l’amato conduttore è una certezza nei palinsesti di Canale 5, ma qualcosa potrebbe cambiare molto presto. Sì, perché il contratto di Gerry con l’azienda di Cologno Monzese è in scadenza…

Gerry Scotti: il suo futuro è in Rai?

L’anno prossimo, il suo contratto con Mediaset scadrà e, a quel punto, Scotti potrebbe prendere una decisione inaspettata e certamente sorprendente: passare alla concorrenza, ovvero in Rai. Il presentatore non esclude l’eventualità di un addio a Canale 5, ma c’è un problema. Ecco cosa ha rivelato Gerry:

A Mediaset sono stati bravi a farmi questa gabbia dorata, con un contratto che ogni due o tre anni si auto-rinnova. Scade l’anno prossimo. Dalla Rai, per convincermi, dovrebbero propormi una “cosona”: il problema è che lì per ragioni politiche i dirigenti cambiano ogni tre mesi e una “cosona” ha bisogno di tempo per decantare e realizzarsi.

E poi ancora:

Coi miei dirigenti di Cologno vado d’accordo e bisticcio, ma c’è un grande vantaggio: sono gli stessi da trent’anni

Ma cos’è la “cosona” a cui si riferisce Scotti? Probabilmente il Festival di Sanremo. Al momento, però, gli tocca aspettare ancora: nel 2021 al timone della kermesse ci sarà ancora Amadeus.

Gerry Scotti sogna Sanremo, ma intanto…

L’anno scorso, in verità, c’era la concreta possibilità di vedere Gerry sul palco dell’Ariston: pare, infatti, che Amadeus l’avesse chiamato, ma lui allora era impegnato con le registrazioni di Chi vuol essere milionario?, che si tengono in Polonia, precisamente a Varsavia. Dunque, sfumata la possibilità di co-condurre Sanremo nel 2020, Scotti spera nei prossimi anni.

Leggi anche: Gerry Scotti: «Amadeus mi aveva invitato a Sanremo 2020, ma io…»

Intanto, però, ecco dove lo vedremo nei prossimi giorni: dal 7 settembre tornerà al timone di Caduta Libera, il preserale di Canale 5; dal 12 settembre, invece, farà nuovamente parte della giuria di Tu si que vales, show registrato a Roma durante i mesi estivi.

Insomma, il lavoro a Gerry non manca, ma il sogno di Sanremo è grande. E chissà che la Rai non lo accontenti e non gli proponga proprio una “cosona”…

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1984, laureata in comunicazione d'impresa, da sempre appassionata di capelli. Sempre al passo coi tempi, ama seguire le ultime tendenze in fatto di bellezza.