rosalinda e Massimiliano Morra Gf VIP gay

AresGate: Adua Del Vesco e Massimiliano Morra sono dei bugiardi?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Adua Del Vesco e Massimiliano Morra sono i grandi protagonisti del Gf Vip 5: i due attori, nonché ex fidanzati, da quando sono entrati nella casa di Cinecittà, non fanno alto che far parlare di sé per la loro storia d’amore e per alcune rivelazioni a proposito dell’agenzia Ares di Alberto Tarallo, di cui entrambi facevano parte. Ma qualcosa non torna.

Leggi anche: AresGate, relazioni finte per coprire gay: Garko e Eva Grimaldi nella bufera

Adua Del Vesco e Massimiliano Morra: stanno prendendo in giro tutti?

Riassumiamo brevemente i fatti: Adua Del Vesco e Massimiliano Morra, dopo la loro entrata nella casa del Grande Fratello Vip, sono stati al centro di un acceso diverbio per via della loro storia d’amore, naufragata ormai qualche anno fa; tuttavia, a far discutere è stato ciò di cui hanno parlato durante una notte, ovvero di una vera e propria setta di cui hanno fatto parte e che ha spinto la Del Vesco verso l’anoressia.

Questa presunta setta, gestita da Alberto Tarallo, da loro definito “Lucifero“, ha portato i due ragazzi a provare una profonda sofferenza, tanto che Morra – al termine di questa drammatica esperienza – è ricorso all’aiuto di uno psicoterapeuta. Non è andata meglio ad Adua, che ha addirittura pensato al suicidio. Insomma, i loro racconti sono apparsi sin da subito molto drammatici e delicati. Ma c’è un “ma”: qualcuno, anzi, più di qualcuno è convinto che la Del Vesco e Morra stiano solo esagerando e che parlare di una setta sia davvero eccessivo.

Adua Del Vesco e Massimiliano Morra: la setta è un’invenzione?

Molti, in questi giorni, sono gli attori della Ares intervistati per far luce su quanto rivelato da Adua Del Vesco e Massimiliano Morra, ma solo alcuni hanno confermato quello che hanno detto i due ex fidanzati. Tra questi c’è Lorenzo Crespi, che ha detto a chiare lettere che la Del Vesco, una volta uscita dal Gf Vip, andrebbe messa sotto protezione, in quanto in serio pericolo.

Molti altri, tra cui Manuela Arcuri, si sono detti inorriditi dalle parole di Morra e Adua: parole false – a loro parere – esagerate e ingiuste, che gettano fango su Tarallo. Ecco, ad esempio, cosa ha detto Francesco Testi a proposito dell’AresGate:

Una setta? Solo a sentire la parola mi viene da ridere, è una cosa ridicola.

Leggi anche: Sabrina Ferilli denunciata per aver fatto il nome di Alberto Tarallo

A fargli eco, c’è Brando Giorgi:

Conosco Alberto Tarallo dal 1990 e non mi sono mai trovato in situazioni imbarazzanti con lui. Non mi ha mai fatto ricatti. Ho lavorato in 7 o 8 suoi progetti tra film e fiction e non ho mai respirato l’atmosfera che raccontano Adua e Massimiliano al GF Vip

Tocca poi ad Antonella Ponziani:

Non mi è piaciuto il metodo, non mi appartiene. Sono accuse gravi, fatte con leggerezza e senza pensare alle conseguenze. Perché non ne hanno parlato prima?

Insomma, Adua Del Vesco e Massimiliano Morra, da che avevano il coltello dalla parte del manico, ora si ritrovano a essere accusati: e se avessero inventato tutto per far parlare di sé?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1984, laureata in comunicazione d'impresa, da sempre appassionata di capelli. Sempre al passo coi tempi, ama seguire le ultime tendenze in fatto di bellezza.