Guendalina Tavassi nuovo shock: video con sei donne ma non è lei

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nuovi incredibili colpi di scena nella drammatica vicenda di Guendalina Tavassi, alla quale sono stati sottratti dei video privati...

Continua ad aggravarsi il dramma che in questi giorni ha colpito Guendalina Tavassi e suo marito Umberto D’Aponte vittime di revenge porn. Nelle ultime ore, dopo il furto dei video dal telefono della Tavassi, del nuovo materiale privato è iniziato a circolare sui telefoni di molti italiani. Ma la vittima di questo gravissimo reato, Guendalina, ci ha tenuto a precisare come stanno veramente le cose. Scopriamo insieme cosa è successo…

Leggi anche: Gf VIP, Giulia Salemi a Pretelli «ti guardo il pacco sotto la doccia» VIDEO

I video rubati di Guendalina Tavassi e suo marito

Ricapitoliamo cosa è successo negli ultimi giorni a Guendalina Tavassi e al marito. Due giorni fa il telefono dell’opinionista tv è stato hackerato e tutto quello che c’era al suo interno (foto e video) è stato rubato. Sono finiti così in rete alcuni video privati che ritraggono la donna in una realtà intima, che sarebbe dovuta rimanere riservata esclusivamente al marito.

I filmati che ritraggono Guendalina, da quel momento, hanno iniziato a fare il giro di gruppi WhatsApp e Telegram. Dopo aver denunciato tutto alla Polizia postale, la Tavassi ha chiesto ai suoi follower di fermare lo scambio dei filmato e la condivisione con altri contatti (che ricordiamo a tutti essere reato).

Il video con sei donne

Nelle ultime ore, ad aggravare ulteriormente la situazione si sono aggiunti dei nuovi video hot attribuiti a Guendalina Tavassi. In questi video oltre all’opinionista tv sarebbero presenti altre sei donne. La realtà dei fatti, però, è molto diversa.

La verità è che molti dei nuovi video in circolazione sono dei fake con cui la Tavassi non ha nulla a che fare. Ecco le parole di Guendalina in merito agli ultimi video in circolazione:

Ci sono ovviamente tantissime teste di cazzo che scrivono insulti, vanno nelle chat a scrivere minchiate. Fanno anche video, mettono in rete video in cui non sono io la persona che si vede.

Ad esempio c’è una ragazza che mi assomiglia e che fa un nome ma non sono io. Così come non sono io quella che si vede con altre sei persone. Ce ne sono tantissimi finti.

DonnaPOP invita chiunque si ritrovi in possesso di video privati rubati di cancellare immediatamente il materiale ricevuto. Ricordiamo che condividere e anche solo prendere visione di questi filmati è reato. Fate la scelta giusta.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Figlia degli anni Novanta, cresciuta negli anni Zero. Risultato? Un ibrido, a tre schermi e più tastiere, ma con le radici di carta. Appassionata di Gossip, Moda e Spettacolo.