Gf Vip, Elisabetta Gregoraci e Pierpaolo denunciati: ecco cos’è successo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Elisabetta Gregoraci e Pierpaolo Pretelli sono stati denunciati a seguito di un gioco nella casa del GF Vip. Cosa è successo?

Il GF Vip è nuovamente vittima del Codacons: l’Associazione ha presentato un esposto all’Agcom per un televoto prendendosela con Elisabetta Gregoraci e Pierpaolo Pretelli. Ma cosa è successo?

Leggi anche: Gf Vip, Elisabetta Gregoraci racconta la notte con Pierpaolo: i dettagli (VIDEO)

Gregoraci e Pretelli denunciati

Qualche settimana fa, durante il gioco della bottiglia nella casa del GF Vip, la Gregoraci ha dovuto mimare alcune mosse davvero inequivocabili e per questo motivo ha scelto di sedersi sulle cosce del suo coinquilino Pierpaolo. La scena però è stata mal digerita dal Presidente del Codacons che non ha perso occasione per bacchettare la ex di Briatore, l’ex velino e anche Alfonso Signorini. Ecco cosa si legge su Nuovo:

Il siparietto tra Elisabetta Gregoraci e Pierpaolo Pretelli, che per pagare una penitenza al gioco della bottiglia hanno mimato determinate posizioni, è davvero incommentabile. Il problema è che certe cose non vanno in onda solo in prima serata. Chiediamo di far presenziare un nostro rappresentante in ogni trasmissione che possa intervenire subito se il limite viene superato. Alfonso Signorini dovrebbe intervenire subito quando succedono cose di questo tipo invece di riderci su!

Ecco di seguito il video che ha fatto infuriare il Codacons:

Codacons contro Ferragni e Baby K

Come sappiamo, lo scorso inverno, il Codacons ha denunciato anche Fedez e sua moglie Chiara Ferragni. Tuttavia, per la fashion blogger, non è stata l’unica occasione in cui ha avuto a che fare con l’Associazione: la moglie del rapper, infatti, è stata denunciata anche in merito al suo video con Baby K.

Ecco cosa si legge in un comunicato ufficiale del Codacons:

Ci riferiamo al brano ‘Non mi basta più’ di Baby K e Chiara Ferragni. Questo video musicale mostra in più parti i prodotti di un noto marchio per i capelli e il nome dell’azienda viene menzionato nel testo della canzone. Da tormentone questo si trasforma in pubblicità in musica. Presentiamo per questo un esposto all’Autorità per la concorrenza in cui chiediamo un procedimento contro questo videoclip.

Ma non sarebbe possibile concentrarsi su qualcosa di più serio?!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv