Vans

Vans: la storia di una tendenza

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le Vans sono attualmente un caposaldo dello streetwear, infatti tutti i ragazzi e non che prediligono uno stile urban sono soliti calzare queste iconiche scarpe. Ma da dove hanno avuto origine? Il fondatore del marchio è Paul Van Doren, che dopo aver trascorso 20 anni della sua vita presso una fabbrica di scarpe di Boston decise di produrre e vendere direttamente scarpe in tela presso la sua azienda in California. Le scarpe prodotte dal team erano inizialmente tutte uguali, ma poi un cliente decise di chiedere un paio di scarpe di colore diverso: fu il primo paio di vans personalizzate realizzate nella storia.

Ben presto, le Vans si diffusero anche tra gli skaters, in particolare il modello Slip-On. Questi ultimi, iniziarono a decorare la suola delle scarpe disegnando una scacchiera; ispirato da questa fantasia, il figlio di Paul Van Doren, decise di riprodurla sui modelli delle Vans. Dopo qualche anno, grazie ad una collaborazione con il famoso skater Stacy Peralta e la decisione di adottare lo slogan “Off the Wall”, le Vans vennero consacrate definitivamente come icona della cultura skater. A rendere queste scarpe un’icona della cultura pop, fu il personaggio di Jeff Spicoli, protagonista della pellicola cinematografica degli anni’ 80 “Fuori di Testa”, interpretato da Sean Penn. L’attore non fu l’unico, nel corso degli anni, ad indossarle: in diversi film i personaggi apparvero con queste scarpe ai piedi; anche Julia Roberts nel film Notting Hill, ad esempio. Con gli anni, grazie anche ai personaggi celebri, è stata sdoganata l’accoppiata Vans e skaters, tutti attualmente scelgono la comodità e la semplicità offerta dal marchio.

Le Vans personalizzate come must have degli ultimi anni

Ma se nel modello slip on è la scacchiera a farla da padrona, nel modello Old School il tratto distintivo è la striscia laterale, nata da uno scarabocchio di Van Doren, denominata “jazz stripe”. I modelli più in voga di Vans Old School, presentano una personalizzazione proprio della striscia, che è stata resa disponibile in diverse varianti, ad esempio in color oro per celebrare i 50 anni del marchio nel 2006. Tuttavia, la chicca degli ultimi anni è indossare delle Vans con una striscia laterale unica, cioè diversa da quella che adorna generalmente questo tipo di scarpe, realizzata appositamente per chi indossa le scarpe. Rivolgendosi ad un negozio specializzato, o più semplicemente su internet con pochi click, è possibile optare per la striscia di diversi colori e realizzata utilizzando diversi tessuti, in modo da avere un tocco chic ed estremamente personale sulle proprie calzature.

La striscia che caratterizza le Vans personalizzata, però, non è l’unico tocco che può essere aggiunto. Attraverso la personalizzazione delle scarpe si può avere un modello estremamente unico, applicando toppe, borchie, cambiando il colore della suola, della tela, aggiungendo scritte ecc., lasciando la striscia semplice oppure no. Infatti, le scarpe Vans, grazie alla loro struttura regolare e senza cuciture, si prestano a qualsiasi tipo di personalizzazione, a seconda del proprio gusto e della propria personalità. Basta scegliere la combinazione perfetta e sfoggiare una scarpa unica da abbinare ad ogni look, sia sotto un paio di jeans che sotto una gonna o un abito.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Nato a Zurigo nel 1991, di origini siciliane ma romano d'adozione, Basilio Petruzza è uno scrittore e blogger. Ha pubblicato tre romanzi e ha un blog. È laureato in Lettere, indirizzo Spettacolo, ed è appassionato di televisione e musica.
Seguici su Facebook

Scopri tutte le news che riguardano il mondo del gossip, della televisione e dello spettacolo.

Se su Instagram?

Seguici sulla nostra pagina Instagram per scoprire tutte le news sul mondo del gossip