maria de filippi c'è posta per te covid

C’è Posta per Te: Maria De Filippi svela i retroscena causa Covid

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il ritorno di C’è Posta per Te nel 2021 ha ricevuto molte accuse per l’apparente negligenza nei confronti delle norme anti-covid; la risposta ai commenti negativi è arrivata puntuale, quasi 24 ore dopo dalla messa in onda della prima puntata, proprio da Maria De Filippi! Scopriamo insieme cosa ha rivelato la conduttrice…

Leggi anche: Uomini e Donne, Sophie viene censurata: Maria «è una sua scelta» ANTICIPAZIONI

Il ritorno di C’è Posta per Te con il Covid

La prima puntata di C’è Posta per Te del 2021 è andata in onda sabato 9 gennaio, il ritorno del seguitissimo e amatissimo programma di Maria De Filippi, però, è stato accompagnato da una moltitudine di commenti negativi sulle modalità con cui si è svolta la puntata: apparentemente priva di qualsiasi precauzione per il Covid.

Pubblico in studio, nessuna mascherina, postini e destinatari della posta senza alcun distanziamento sociale: questi solo alcuni dei punti criticati sul web. Ecco, però, la riposta a tutti i dubbi sulle puntate del programma direttamente dalla sua conduttrice!

La verità di Maria De Filippi: tamponi e rinunce

Durante la sua intervista in rai nel programma di Fabio Fazio, la conduttrice Maria De Filippi ha colto l’occasione per rispondere alle accuse ricevute da C’è Posta per Te, in merito alle mancate precauzioni dal Covid. Ecco cosa ha dichiarato Maria sulla messa in onda delle puntate:

Essendo registrata ho la fortuna di poter avere il pubblico in studio nei miei programmi. Per C’è Posta abbiamo registrato quasi tutto in un periodo nel quale l’emergenza non era così alta. Però sono stati tutti tamponati.

Chi riceve e manda la posta viene messo isolato in un hotel, io stessa vengo controllata. In pratica chi manda viene subito tamponato e chiuso, chi riceve dopo averla ricevuta veniva preso tamponato e isolato. La verità è che qualcuno è stato rimandato a casa.

Maria precisa, quindi, che le puntate di C’è Posta per Te vengono registrate e mandate in onda durante la programmazione invernale. Ecco alcuni dettagli inediti:

Calcola che noi riceviamo 600/700 storie al giorno e facciamo un lavoro certosino. C’è una redazione dietro che lavora tutto l’anno. Io vedo tutti gli ospiti che poi saranno in studio. Spesso la storia viene rifiutata e quindi non va in onda. Se guardate bene i dettagli vi accorgete che in alcune storie sono più abbronzata, in altre ho i capelli più lunghi e in altre più corti. Appunto perché registriamo in tempi diversi

Anticipazioni

Maria De Filippi racconta, inoltre, come C’è Posta per Te cambia ogni anno insieme alla realtà sociale che ci circonda: per questo motivo nelle puntate del 2021 vedremo molte storie che hanno avuto a che fare con il Covid. 

C’è Posta ogni anno cambia tutto, perché cambia la vita degli ospiti e le storie. Ieri sera ad esempio c’era la storia di una ragazza senza lavoro che ha chiamato il padre. Questa cosa appartiene ad un momento specifico. Così come quest’anno molti hanno perso molti cari in terapia intensiva a causa della pandemia.

Quest’anno è anche difficile avere ospiti internazionali e infatti non ne avrò nemmeno uno, non ci saranno

Restate aggiornati anche con la pagina Instagram di DonnaPOP per scoprire in anteprima tutte le news sui protagonisti del mondo dello spettacolo e non solo!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Figlia degli anni Novanta, cresciuta negli anni Zero. Risultato? Un ibrido, a tre schermi e più tastiere, ma con le radici di carta. Appassionata di Gossip, Moda e Spettacolo.