Rula Jebreal

Rula Jebreal / ANSA: ETTORE FERRARI

Rula Jebreal: chi è la giornalista? Età, marito, mamma, Sanremo, Twitter, Instagram

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Rula Jebreal è una bravissima giornalista palestinese nota al grande pubblico per il suo commovente monologo al Festival di Sanremo 2020. Conosciamola meglio.

Leggi anche: Giammarco Sicuro: chi è il giornalista del Tg2? Età, fidanzata, vita privata, altezza, Instagram

Chi è Rula Jebreal

Munita di cittadinanza cittadinanza israeliana e italiana, Rula Jebreal è una giornalista e scrittrice palestinese. Si presenta al mondo come una donna intelligente, capace di dire ovunque va quello che pensa volitiva, bella, indipendente. Una donna che ovunque è andata negli anni ha sollevato polemiche perché dice quel che pensa, perché si sente libera ed è libera.

La giornalista palestinese con il 44° Presidente degli Stati Uniti, Barak Obama / Foto: IlGiornale.it

Età

Rula Jebreal ha 48 anni: è nata a Haifa, 24 aprile 1973, sotto il segno zodiacale del Toro.

Mamma di Rula Jebreal

Zakia era il nome della mamma della giornalista palestinese. La donna si è suicidata a seguito di gravi abusi quando Rula Jebreal aveva appena 5 anni.

Con la sorella Rania, viene affidata dal padre al Dar El-Tifel, il collegio-orfanotrofio di Gerusalemme, dove rimane per 13 anni. L’esperienza di vita al collegio per Jebreal si rivela una tappa fondamentale della sua vita, anche perché conosce Hind al-Husseini, la sua maestra di vita che lei ricorda come la donna che ha letteralmente salvato la vita.

Padre di Rula Jebreal

Othman Jebreal era il padre della giornalista, un commerciante israeliano imam sufi di Gerusalemme e guardiano della moschea al-Aqsa.

Curiosità

Ecco 2 curiosità sulla giornalista palestinese:

  • considera e descrive sé stessa come una musulmana laica;
  • parla quattro lingue: italiano, ebraico, inglese e arabo.

Festival di Sanremo

La Jebreal nel 2020 partecipa come ospite al Festival di Sanremo, con un monologo durissimo, dove racconta il suicidio della madre, stuprata e brutalizzata da un uomo che conosceva bene. La giornalista ha lanciato parole dure, commoventi, che hanno fatto piangere tante donne in platea e a casa. Rula si è mostrata diretta ed elegante, forte nel suo messaggio di portata importante, regalando fortissime emozioni fortissime al pubblico dell’Ariston.

Con le lacrime agli occhi mentre parla al pubblico di Sanremo / Foto: Il Messaggero

Twitter

La giornalista palestinese, in seguito all’invito di Diego Bianchi, in arte Zoro, al suo Propaganda Live, aveva già comunicato il suo forfait spiegando che la sua scelta era dovuta al fatto di essere l’unica ospite donna chiamata in studio.

Rula Jebreal ha seguito da casa e non in studio la puntata di Propaganda Live nella quale era stata invitata come ospite, arriva già in serata. La giornalista ha condiviso via Instagram il Twitter di un collega newyorkese che ha scritto

Un programma tv italiano invita Rula Jebreal per parlare di Palestina. Lei rifiuta per mancanza di parità di genere nello show. Il conduttore spiega che gli ospiti vengono invitati in base alle loro competenze, non in base al genere. Un uomo bianco parla di Palestina. Inizia dicendo ‘”non so nulla di Palestina’”. La fine.

Rula non si ferma e su Twitter continua a portare avanti la sua battaglia contro la sottorappresentanza delle donne in diversi settori della società italiana.

Diego Bianchi, ovviamente, replica puntualmente via Twitter:

Avevamo deciso di raccontare quello che sta succedendo tra Israele e Palestina con un’ospite, la giornalista Rula Jebreal. Non la conosco, ci siamo parlati ieri sera ed eravamo molto contenti di avere la sua competenza in trasmissione. Il venerdì mattina utilizziamo i social per comunicare quali sono gli ospiti della puntata. Noi inseriamo un po’ tutti quanti!

Poi,  prima di dare inizio alla puntata di Propaganda Live, ha aggiunto:

Qual è l’errore? Inserire l’ospite, in questo caso Rula Jebreal, insieme ad un elenco e a parti del cast che si compone con dinamiche casuali. Morale della favola, Rula Jebreal ha visto questo post stamattina e si è trovata unica donna tra 7 uomini. Per coerenza ha scelto di non venire, Rula Jebreal non conosce la nostra trasmissione altrimenti saprebbe che questo programma, tra tante difficoltà e tanti errori, ha vinto il Diversity Award. Chiamiamo una persona in trasmissione perché è competente, non per il sesso. Chiudo dicendo che l’episodio è spiacevole perché avevamo chiamato Rula Jebreal non in quanto donna. Ci sembrava la persona migliore, per storia e competenze, per intervenire. Mi dispiace, qui saremo tutti uomini e non ci sarà nessuno a parlare di Palestina con quell’approccio che avremmo voluto condividere.

Figlia

Rula Jebreal è la mamma di Miral, nata dalla relazione con l’artista Davide Rivalta. Mamma e figlia hanno un meraviglioso rapporto e, appena possono, si ritrovano sempre nella loro casa a New York.

Rula e la figlia Miral: ieri e oggi / Foto: Caffeina Magazine

Ex marito

Nel 2013 sposa il banchiere americano Arthur Altschul Jr., figlio di un partner di Goldman Sachs, da cui divorzia nel giugno 2016.

Instagram

Rula ha circa 140mila follower nella sua pagina Instagram. Clicca QUI per visualizzare il suo profilo Instagram.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Curiosa per natura e appassionata di musica e cinema: scrivo per diletto e insegno per professione.