Ardea sparatoria: chi era Andrea Pignani, che ha ucciso i bambini David e Daniel? Età, lavoro, foto, omicidio, pistola, padre, madre

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo la terribile notizia della sparatoria di Ardea, in cui hanno perso la vita i due bambini David e Daniel Fusinato e l’uomo che ha cercato di difenderli Salvatore Ranieri, emergono le prime informazioni sul killer che li ha uccisi: Andrea Pignani. Scopriamo tutte le informazioni trapelate al momento.

Leggi anche: Denise Pipitone adottata da una famiglia ricca: «È viva e ha una figlia»

ardea sparatoria bambini uccisi daniel david andrea pignano

Strage di Ardea, sparatoria: cosa è successo? Due bambini e un anziano uccisi

La tragedia è avvenuta verso le 11:00 di domenica mattina del 13 giugno ad Ardea, nel Consorzio Colle Romiti: Daniel e David Fusinato, due fratellini di cinque e dieci anni, sono morti dopo alcuni colpi di pistola, inflitti da Andrea Pignani. Vittima della sparatoria, anche Salvatore Ranieri, un uomo che ha cercato di soccorrere e salvare i due bambini e a cui il killer ha sparato dopo essersi avvicinato sulla scena del crimine. Cinque colpi di pistola in totale alla testa e al cuore delle vittime. 

Il primo a morire sul colpo è stato proprio l’uomo che ha cercato di salvato i bambini, Salvatore Ranieri, scambiato inizialmente per il nonno dei fratellini. Dopo aver sparato a David e Daniel, Andrea Pignani è fuggito, barricandosi in casa con l’arma.

Le vittime sono state subito soccorse ma le condizioni dei bambini sono apparse gravissime sin da subito: respiravano a malapena e avevano riportato lesioni molto serie. Secondo quanto dichiarato dalla nonna dei piccoli a Repubblica.tv, sono morti stringendo la mano al padre.

Ardea: il killer si è ucciso dopo la sparatoria

Andrea Pignani dopo la sparatoria si è barricato in casa con l’arma della strage di Ardea. Sul posto sono arrivati i carabinieri che, per ore, hanno tentato di convincere il killer ad arrendersi e gettare l’arma. In

Quando le forze speciali hanno fatto irruzione, lo hanno trovato morto nella camera da letto. Si è sparato con la stessa arma usata per uccidere i bambini e l’uomo che ha provato a salvarli.

Chi era Andrea Pignani? Foto, età, lavoro, problemi psichici, madre, pistola, padre

Andrea Pignani, protagonista della sparatoria di Ardea, che ha ucciso i due bambini Daniel e David e Salvatore Ranieri, aveva 34 anni ed era un ingegnere informatico. Gli erano già stati diagnosticati dei problemi psichici e in passato aveva minacciato la madre con un coltello.

In quell’occasione Andrea Pignani era stato ricoverato e sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio, ma aveva già fatto ritorno a casa dopo una notte. Girava spesso per il suo quartiere, minacciando e scatenando liti, la pistola che portava con sé e con cui ha ucciso tre persone era stata scambiata dai vicini per una scacciacani. Si trattava, invece, di una Beretta calibro 7,65, che era appartenuta al padre dell’omicida morto a novembre del 2020.

Restate aggiornati con DonnaPOP per scoprire in anteprima tutte le news in merito e non solo!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Figlia degli anni Novanta, cresciuta negli anni Zero. Risultato? Un ibrido, a tre schermi e più tastiere, ma con le radici di carta. Appassionata di Gossip, Moda e Spettacolo.