Rossana Podestà

Rossana Podestà

Rossana Podestà: causa morte, vita privata, Walter Bonatti, figli, malattia, tomba, film

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Rossana Podestà è stata un’attrice italiana, bella e affascinante, parecchio conosciuta e famosa tra gli anni Cinquanta e Settanta. Ritiratasi dalla sua carriera nel cinema, rimase accanto al suo compagno di vita, l’alpinista Walter Bonatti. Conosciamola meglio.

Leggi anche: Walter Bonatti: di cosa è morto, figli, Rossana Podestà, moglie Giulia Carron-Ceva, film, fisico

Chi era Rossana Podestà?

Rossana Podestà è stata un’attrice italiana, molto conosciuta e famosa tra gli anni cinquanta e settanta. Una bellezza mediterranea, con un fisico da pin-up, divenne una ragazza-copertina degli anni sessanta. Protagonista di film del filone del neorealismo rosa, divenne nota a livello internazionale grazie alle sue apparizioni in film storico-mitologici. Venne scelta da Robert Wise per il ruolo di protagonista nel kolossal Elena di Troia (1956), superando la concorrenza di Elizabeth Taylor, Lana Turner e Ava Gardner.

Ecco a voi Rossana Podestà / Foto: Alamy

Vero nome

Carla Dora Podestà era il vero nome dell’attrice.

A quanti anni è morta Rossana Podestà?

Rossana Podestà aveva 79 quando è morta. Era nata nella capitale della Libia, Tripoli, il 20 giugno 1934, è morta a Roma il 10 dicembre 2013.

Causa morte

L’attrice morì il 10 dicembre 2013 al Policlinico Umberto I di Roma, in seguito all’intervento per l’asportazione di un tumore benigno al cervello. Seguendo le sue volontà, i figli autorizzarono la donazione del fegato e delle cornee.

L’attrice interpreta Nausica nel film Ulisse con l’attore Kirk Douglas / Foto: YouTube

Vita privata

Nell’agosto del 1953 sposò l’attore e regista Marco Vicario, dal quale ebbe due figli: Stefano (1953) e Francesco (1959). Divorziata da Vicario, visse il resto della sua vita con il compagno Walter Bonatti. Dopo essersi ritirata dalla carriera cinematografica, si alternò tra l’appartamento di Roma, la villa all’Argentario e il casale di Dubino (Sondrio). Nel 2011 portò alla ribalta della cronaca il fatto che non le era stato permesso di assistere il compagno morente in quanto non sposati. Il 5 settembre 2012, a un anno di distanza dalla morte del compagno, pubblicò il libro Walter Bonatti. Una vita libera.

Rossana Podestà nel film Paolo il caldo, con l’attore Giancarlo Giannini / Foto: Youtube

Walter Bonatti

Fu compagna del re delle Alpi, l’alpinista Walter Bonatti. Le cronache raccontano che la Podestà nel 1980 rilasciò un’intervista in cui diceva che avrebbe scelto un uomo come Walter Bonatti per fuggire su un’isola deserta. L’alpinista-esploratore, appena reduce da un divorzio, le scrisse e desidero d’incontrarsi a Roma, dandosi appuntamento all’Ara Coeli e si aspettarono per quasi due ore. Lei all’Ara Coeli, mentre lui, che aveva confuso i monumenti, rimase davanti all’Altare della Patria. Quando lei lo trovò, lo apostrofò:

Che razza di esploratore sei che non riesci a trovare una persona a Roma?

Da allora la coppia non si lasciò più e si alternò tra l’appartamento di Roma, la villa all’Argentario in Toscana e il casale di Dubino in provincia di Sondrio, dove si trasferì successivamente a vivere, nella parte alta del paese.

Rossana Podestà e il suo compagno, l’alpinista Walter Bonatti / Foto: Zon.it

Figli di Rossana Podestà

Con il marito, il regista Marco Vicario, l’attrice ebbe due figli: Stefano (1953) e Francesco (1959), entrambi registi.

Tomba

Il corpo è stato cremato e le ceneri tumulate presso il piccolo cimitero di Portovenere che si trova a picco sul mare. Una tomba di granito, accanto a quelle del compagno degli ultimi suoi trent’anni di vita, Walter Bonatti.

La tomba di Rossana Podestà nel piccolo cimitero di Portovenere dove l’attrice riposa accanto al compagno, l’alpinista Walter Bonatti / Foto: Alamy

Film Sul tetto del mondo – Walter Bonatti e Rossana Podestà

Arriva in prima Tv, il 12 settembre 2021, su Rai 1 il docu-film Sul tetto del mondo – Walter Bonatti e Rossana Podestà che racconta la storia del re delle Alpi e del grande amore con l’attrice, a 10 anni dalla sua scomparsa. Una fiction evento diretta da Stefano Vicario, figlio di Rossana.

Una scena del docufilm Sul tetto del mondo– Walter Bonatti e Rossana Podestà (2021) interpretato da Alessio Boni (a sinistra) e Nicole Grimaudo (a destra) / Foto: Teleblog

La docu-fiction ripercorre i tratti più intimi e poco conosciuti di Bonatti, raccontandolo non solo come alpinista. Girata anche nei luoghi reali della storia d’amore con la compagna, come la casa della Podestà all’Argentario, la fiction parte dal loro primo incontro a Roma nel 1981 e si sviluppa fino alla morte di Walter, il 13 settembre 2011 a 81 anni, ripercorrendone momenti pubblici e privati attraverso la voice over di Rossana, donna intelligente, spiritosa e sensibile, la sola capace di tenergli testa per trent’anni e di domare i suoi demoni interiori.

Rossana Podestà e Walter Bonatti sempre uniti / Foto: Di Lei

Arricchiscono il racconto testimonianze di esperti di alpinismo e personalità del mondo del cinema e della cultura come Reinhold Messner e Simone Moro, tra i più famosi alpinisti al mondo, Roberto Mantovani, amico di Bonatti e storico dell’alpinismo, il giornalista e biografo di Bonatti Angelo Ponta, le nipoti della Podestà, Alice e l’attrice Margherita Vicario.

A vestire i panni di Bonatti è Alessio Boni, mentre a interpretare Rossana Podestà è Nicole Grimaudo.

Walter Bonatti / Foto: Cai.it

Non perdere gli aggiornamenti Instagram di DonnaPOP, su questo e altro ancora, cliccando QUI.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Curiosa per natura e appassionata di musica e cinema: scrivo per diletto e insegno per professione.