Alessandro Gassmann

Alessandro Gassmann / ANSA: Riccardo Antimiani

Alessandro Gassmann: età, moglie, figlio, madre, malattia, film, altezza e peso, denti, Un professore, Instagram

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Alessandro Gassmann è uno degli attori maggiormente amati, apprezzati, conosciuti del panorama cinematografico italiano. Figlio d’arte e con un nome, per certi versi ingombrante, ha mostrato il suo talento personale, affermandosi come artista con la A maiuscola. Conosciamolo meglio.

Leggi anche: Vittorio Gassman: causa morte, biografia, film, moglie, figli, depressione, età quando è morto

Chi è Alessandro Gassmann?

Alessandro Gassmann è uno degli attori maggiormente amati, apprezzati, conosciuti e richiesti nel mondo dello spettacolo, non soltanto italiano ma anche internazionale. Figlio d’arte e con un nome, per certi versi ingombrante, ha mostrato il suo talento personale, affermandosi come artista con la A maiuscola.

Ecco a voi Alessandro Gassmann, ieri e oggi / Foto: Cinema Fanpage

Cresciuto respirando set cinematografici e pellicole dirette per il successo del grande schermo, Alessandro dimostra ben presto di essere all’altezza del grande Vittorio Gassman, suo padre e dell’attrice francese Juliette Mayniel, sua madre. Passa con una proprietà scenica straordinaria dai ruoli drammatici a quelli brillanti, sfiorando l’ironia e la comicità con un successo sempre maggiore, sia al cinema, sia in televisione.

Alessandro Gassmann/Giuseppe Lojacono in una scena della serie I bastardi di Pizzofalcone. Con lui c’è l’attrice Carolina Crescentini alias Laura Piras / Foto: YouTube

Tra i suoi ultimi lavori in Tv, una conferma delle sue capacità interpretative straordinarie è I bastardi di Pizzofalcone, la fiction di Rai 1, giunta alla terza stagione, dove veste i panni di Giuseppe Lojacono, il nuovo ispettore arrivato a Pizzofalcone con alle spalle una vita a pezzi da recuperare e una figlia che gli è stata allontanata per vicende giudiziarie di cui è stato accusato ingiustamente.

Età

Alessandro Gassmann ha 56 anni: è nato a Roma il 24 febbraio 1965, sotto il segno zodiacale dei Pesci.

Moglie

È sposato dal 1998 con l’attrice Sabrina Knaflitz, dalla quale nello stesso anno ha avuto un figlio, Leo, cantautore.

Alessandro con la moglie, Sabrina Knaflitz / Foto: Mamme Oggi

Figlio

Leo Gassmann è il suo unico figlio, nato dal matrimonio con la moglie Sabrina. Cantautore affermato, è riuscito ad affermarsi nel mondo della musica italiana grazie al suo talento. Il figlio ha partecipato alla dodicesima edizione di X-Factor, arrivando alla semifinale del programma, ha anche vinto la settantesima edizione del Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte.

Famiglia Gassmann/Knaflitz al completo. Da sinistra: Leo, mamma Sabrina e papà Alessandro / Foto: Corriere

Madre

Juliette Mayniel è la madre di Alessandro Gassmann. L’attrice francese è stata un’importante compagna per Vittorio Gassman, mai sposata, anche se gli ha dato un figlio.

Una immagine tenerissima quanto rara di papà Vittorio Gassman con il figlio Alessandro. Ci credereste che il bel bimbetto pacioccone è proprio il bell’Alessandro? È lui, fidatevi e chiede un bacio perché italiano! / Foto: YouTube

Malattia di Alessandro Gassmann

L’attore ha confessato spesso di aver sofferto di attacchi di panico e di averli superati grazie all’analisi:

Il primo lo ebbi in teatro. Ora sono passati, all’inizio grazie ai farmaci, poi con l’analisi, il regalo più importante fatto a me stesso. Ho imparato che non devo essere io a risolvere tutti i problemi del mondo. Prima, mi sembrava inopportuno chiedere favori, ora ho imparato ad affidarmi alle persone vicine. Mi restano piccole paure. Quella dei cani, perché da ragazzo ne vidi uno mordere una donna, e la paura di nuotare dove non vedo il fondo, ma poi nuoto lo stesso.

I Gassmann: 3 generazioni a confronto. Da sinistra: Vittorio, Alessandro e Leo / Foto: TIM Gate

Film di Alessandro Gassmann

Dal debutto con il film autobiografico Di padre in figlio (1982), scritto, diretto e interpretato a quattro mani con il padre Vittorio Gassman, la carriera di Alessandro ha preso senza dubbio una piega diritta e bel delineata verso il successo assoluto. Ecco la sua filmografia:

  • Windsurf – Il vento nelle mani, regia di Claudio Risi (1984) (come Alessandro Bellacanzone);
  • La monaca di Monza, regia di Luciano Odorisio (1987);
  • I soliti ignoti vent’anni dopo, regia di Amanzio Todini (1987);
  • Quando eravamo repressi, regia di Pino Quartullo (1992);
  • Ostinato destino, regia di Gianfranco Albano (1992);
  • Uova d’oro (Huevos de oro), regia di Bigas Luna (1993);

Alessandro con il padre Vittorio Gassman nel set del film Di padre in figlio (1982) / Foto: Getty Images

Verso il successo cinematografico

  • Un mese al lago (A Month by the Lake), regia di John Irvin (1995);
  • Uomini senza donne, regia di Angelo Longoni (1996);
  • Mi fai un favore, regia di Giancarlo Scarchilli (1996);
  • Facciamo fiesta, regia di Angelo Longoni (1997);
  • Lovest, regia di Giulio Base (1997);
  • Nessuno escluso, regia di Massimo Spano (1997);

Set del film Nessuno escluso (1997). Nell’immagine, da sinistra: Antonella Fattori, Ennio Fantastichini (seduto), Giancarlo Giannini, Alessandro Gassmann / Foto: iVid

Grandi titoli internazionali

  • Il bagno turco (Hamam), regia di Ferzan Özpetek (1997);
  • I miei più cari amici, regia di Alessandro Benvenuti (1998);
  • Toni, regia di Philomène Esposito (1999);
  • La bomba, regia di Giulio Base (1999);
  • Teste di cocco, regia di Ugo Fabrizio Giordani (2000);
  • I banchieri di Dio – Il caso Calvi, regia di Giuseppe Ferrara (2002);

Una scena del film Il bagno turco (Hamam) – 1997, Con l’attore Mehmet Günsür / Foto: Style

Gli anni Duemila

  • Guardiani delle nuvole, regia di Luciano Odorisio (2004);
  • La separazione, regia di Mariano Provenzano (2005);
  • Transporter: Extreme (Transporter 2), regia di Louis Leterrier (2005);
  • Non prendere impegni stasera, regia di Gianluca Maria Tavarelli (2006);
  • Caos calmo, regia di Antonello Grimaldi (2008);
  • Il seme della discordia, regia di Pappi Corsicato (2008);

Caos calmo (2008), film con Nanni Moretti (a sinistra) / Foto: Alamy

  • 4 padri single, regia di Paolo Monico (2009);
  • Ex, regia di Fausto Brizzi (2009);
  • Il compleanno, regia di Marco Filiberti (2009);
  • Natale a Beverly Hills, regia di Neri Parenti (2009);
  • Basilicata coast to coast, regia di Rocco Papaleo (2010);
  • Il padre e lo straniero, regia di Ricky Tognazzi (2010)

Cast del film Basilicata coast to coast (2010). Nell’immagine, da sinistra: Rocco Papaleo, Maz Gazzè, Giovanna Mezzogiorno, Paolo Briguglia / Foto: YouTube

  • La donna della mia vita, regia di Luca Lucini (2010);
  • American Snow, regia di Romeo Antonio (2011);
  • Baciato dalla fortuna, regia di Paolo Costella (2011);
  • Ex – Amici come prima!, regia di Carlo Vanzina (2011);
  • Viva l’Italia, regia di Massimiliano Bruno (2012);
  • Razzabastarda, regia di Alessandro Gassmann (2013);

Scena di Baciato dalla fortuna (2011) con Vincenzo Salemme (a destra) / Foto: Movie Player

Film della maturità

  • Tutta colpa di Freud, regia di Paolo Genovese (2014);
  • I nostri ragazzi, regia di Ivano De Matteo (2014);
  • Il nome del figlio, regia di Francesca Archibugi (2015);
  • Se Dio vuole, regia di Edoardo Falcone (2015);
  • Gli ultimi saranno ultimi, regia di Massimiliano Bruno (2015);
  • Torn – Strappati, regia di Alessandro Gassmann (2015);

Intensa scena di Gli ultimi saranno ultimi (2015) con Paola Cortellesi / Foto: Cinematographe

  • Onda su onda, regia di Rocco Papaleo (2016);
  • Non c’è più religione, regia di Luca Miniero (2016);
  • Gatta Cenerentola, regia di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone (2017) – voce;
  • Beata ignoranza, regia di Massimiliano Bruno (2017);
  • Il premio, regia di Alessandro Gassmann (2017);
  • Una storia senza nome, regia di Roberto Andò (2018);

Beata ignoranza (2017), con Marco Giallini / Foto: Io Donna

  • Non ci resta che il crimine, regia di Massimiliano Bruno (2019);
  • Croce e delizia, regia di Simone Godano (2019);
  • Mio fratello rincorre i dinosauri, regia di Stefano Cipani (2019);
  • Non odiare, regia di Mauro Mancini (2020).

Mio fratello rincorre i dinosauri (2019) con Isabella Ragonese / Foto: YouTube

Altezza, peso e denti di Alessandro Gassmann

Della mascella volitiva di Alessandro si è spesso parlato, a volte soffermandosi sulla dentatura. Vero è che i denti dell’arcata inferiore sono un po’ storti, ma sono bianchissimi e ha un sorriso smagliante, giudicato da molti perfettamente sexy. Completa il tutto il suo incarnato scuro, vero rappresentante della bellezza mediterranea, uno sguardo intenso e l’altezza di 1 metro e 85 centimetri che non lo hanno di certo passare inosservato, anche dopo aver superato il mezzo secolo di età.

Un professore

Alessandro Gassmann, attualmente, è il protagonista della fiction Rai Un Professore, in cui interpreta il ruolo di Dante. Al suo fianco, Claudia Pandolfi, Francesca Cavallin, Paolo Conticini, Christiane Filangieri e Nicolas Maupas.

Curiosità su Alessandro Gassmann

Scopriamo tre curiosità sull’attore:

  • nel 1999 è stato testimonial di Yves Saint Laurent per la campagna pubblicitaria del profumo Opium; esperienza bissata nel 2011 con Salvatore Ferragamo, incantato dal suo charme e dalla sua innata eleganza, che lo ha voluto come volto della fragranza maschile, Attimo pour Homme;
  • ha cambiato il suo cognome aggiungendo la N originaria per recuperare la storia familiare; la consonante era stata levata dai nonni perché ebrei;
  • appassionato di sport, da giovane ha praticato il basket.

Testimonial di Opium / Foto: Vanity Fair

Per Salvatore Ferragamo mostra charme ed eleganza inconfondibile / Foto: Vanity Fair

Instagram

L’affascinante Alessandro Gassmann tiene super blindata la sua privacy e non ha un profilo Instagram, anche se sono presenti diverse fan page a lui dedicate.

Se non volete perdere nessuna news su questo argomento e su altro ancora, potete seguire DonnaPOP cliccando QUI.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Curiosa per natura e appassionata di musica e cinema: scrivo per diletto e insegno per professione.