Zelig, tutto su Teo Teocoli: età, moglie e figli, malattia, dove vive, programmi e film, altezza, Instagram

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Teo Teocoli è indubbiamente uno degli attori e dei comici più conosciuti e amati della televisione e del cinema italiano.

Teo Teocoli è indubbiamente uno degli attori e dei comici più conosciuti e amati della televisione e del cinema italiano. Conosciamolo meglio.

Leggi anche: Geppi Cucciari: età, ex marito, figli, fidanzato 2021, magra, Maria De Filippi, Instagram

Chi è Teo Teocoli, il grande artista di Zelig?

Teo Teocoli è indubbiamente uno degli attori e dei comici più conosciuti e amati della televisione e del cinema italiano. Nato in Puglia da genitori calabresi, ha trascorso l’infanzia a Reggio Calabria, per poi trasferirsi a Milano dove ha completato gli studi e la formazione professionale. Esordisce nel mondo dello spettacolo come cantante e musicista, raggiungendo un ottimo successo.

Ecco a voiTeo Teocoli / Foto: Biografie online

Debutta poi come cabarettista al Derby di Milano, il locale che ha lanciato altri noti comici come Massimo Boldi, Cochi Ponzoni e Renato Pozzetto, Giorgio Faletti, Mauro Di Francesco. Proprio in quelll’ambiente conosce Enzo Jannacci, autore poi della canzone Il dritto, ispirata alla sua storia (Teocoli abitava in una casa popolare al n. 3, e la descrizione del personaggio ricalca quello che lui era da giovane). Grazie alla sua enorme simpatia e versatilità, il pubblico lo accoglie con enorme entusiasmo e ben presto diventa uno dei maggiori artisti della comicità e imitazione italiana.

Ieri / Foto: Il Democratico

Età

Teo Teocoli ha 76 anni: è nato in Puglia, a Taranto, il  25 febbraio 1945, sotto il segno zodiacale dei Pesci.

Vero nome

All’anagrafe l’artista risulta registrato con il nome di Antonio Teocoli.

Moglie e figli

Si chiama Elena Facchini la donna con cui è sposato dal 1989. La coppia ha tre figlie: Anna Adele Letizia (1989), Paola (1991) e Chiara (1992).

Teo Teocoli con la moglie Elena Facchini / Foto: TIMGate

Malattia di Teo Tecoli

L’estate 2021 ha visto l’artista pugliese alle prese con alcuni motivi di salute che gli hanno impedito di portare a termine le date fissate dei suoi spettacoli in tour per l’Italia. Della malattia di Teocoli si è molto parlato e ha fatto preoccupare i suoi fans ma lui stesso li ha rassicurati della sua guarigione durante il programma Che tempo che fa, ospite di Fabio Fazio e a Domenica in, nel salotto della domenica di Mara Venier.

Programmi

Sono veramente tantissimi i programmi televisivi in cui Teocoli è nel cast. Ecco la top ten di quelli che hanno contibuito al suo successo nel piccolo schermo:

  • Drive in (Italia 1, 1986-1988);
  • Emilio (Italia 1, 1989-1990);
  • Pressing (Italia 1, 1990-1991);
  • Mai dire Gol (Italia 1, 1990-1995);
  • Striscia la notizia (Canale 5, 1991-1992);
  • Scherzi a parte (Italia 1, 1992; Canale 5, 1993-1995, 2002-2003);
  • Quelli che il calcio (Rai 3, 1993-1998; Rai 2, 1998-2001);
  • La domenica sportiva (Rai 2, 2006-2010);
  • Teo in the Box (Rai 3, 2015);
  • L’anno che verrà (Rai 1, 2016).

Film

Questi gli utlimi dieci film, in ordine di tempo, dove Teocoli è nel cast:

  • I miei primi 40 anni, regia di Carlo Vanzina (1987)
  • Missione eroica – I po;mpieri 2, regia di Giorgio Capitani (1987);
  • I giorni del commissario Ambrosio, regia di Sergio Corbucci (1988);
  • Abbronzatissimi, regia di Bruno Gaburro (1991);
  • Croce e delizia, regia di Luciano De Crescenzo (1995);
  • Papà dice messa, regia di Renato Pozzetto (1996);
  • Bibo per sempre, regia di Enrico Coletti (2000);
  • Bar Sport, regia di Massimo Martelli (2011);
  • I 2 soliti idioti, regia di Enrico Lando (2012);
  • Forever Young, regia di Fausto Brizzi (2016).

I personaggi di Teo Teocoli

Nella sua carriera ha dato vita a tantissimi personaggi immaginari, tutti divertenti e particolarissimi, sutdiati e presentati da lui nei minimi particolati. Conosciamone i due maggiormente esilaranti e coinvolgenti:

  • Felice Caccamo: è un giornalista sportivo napoletano. Apparve per la prima volta nel 1990 in Paperissima e divenne uno dei pilastri di Mai dire Gol; è raffigurato fulvo, con occhialoni stile anni sessanta, vestito con una giacca azzurra troppo stretta. La cravatta fa volutamente lo sfondo con il Golfo di Napoli grazie all’utilizzo improprio del chroma key. Il suo tormentone è Gira la palla, gira la palla, i suoi miti Bruno Pesaola, Corrado Ferlaino e Giuseppe Bruscolotti.

Teo Teocoli alias Felice Caccamo / Foto: Tgcom24

  • Peo Pericoli ha esordito sul piccolo schermo italiano nel 1989. Tifoso sfegatato del Milan, indossa sempre una giacca a quadri verdi e neri e un basco di colore rosso. L’altra caratteristica tipica sono le folte sopracciglia, che insieme alla voce roca lo rendono noto agli ascoltatori di Mai Dire Gol.

Teocoli alias Peo Pericoli / Foto: Dago fotogallery

Altri personaggi nati dalla sua fantasia? Eccovi accontentati:

    • Macho Camicho
    • Il marocchino
    • Peo Pericoli
    • Il prete
    • Il colonnello Eranio Stoppani
    • Gianduia Vettorello
    • Zobeide
    • Il Ciurlo
    • Il Muratore
    • Harry Bellafronte.

Imitazioni

Oltre ai numerosi personaggi nati dalla sua fantasia, l’artista si è spesso cimentato anche nelle imitazioni di vip e persone conosciute dal grande pubblico. Tra le celebrità da lui imitate ci sono Celentano, Mario Balotelli, Roberto Bolle, Jovanotti, Christian Vieri, Vittorio Feltri, Zlatan Ibrahimović, Miguel Indurain, Jovanotti, Cesare Maldini, Carlo Mazzone, Massimo Moratti, Max Pezzali, Adriano Galliani, Valentino Rossi e tantissimi altri ancora.

Teocoli imita Maurizio Costanzo / Foto: Tv Zap

Altezza

L’artista è alto 1 metro e 80 centimetri.

Teo Teocoli / Foto: SB Managemant

Instagram

Teo Teocoli non ha un suo profilo Instagram privato, anche se sono presenti diverse fan page a lui dedicate, con al seguito migliaia di follower.

Se non vuoi perdere nessuna news su questo e su altro ancora, puoi seguire DonnaPOP cliccando QUI.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Curiosa per natura e appassionata di musica e cinema: scrivo per diletto e insegno per professione.