Libero De Rienzo morte come è morto moglie figli

Morte Libero De Rienzo, chi è il pusher Mustafa Minte Lamin che gli ha venduto la droga? Età, foto e tutta la storia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La morte di Libero De Rienzo è stata un grandissimo lutto per il cinema italiano e la notizia ha gettato sotto choc l’Italia intera proprio nel bel mezzo dell’estate 2021. L’attore era stato ritrovato priva di vita all’interno del suo appartamento, in quel di Roma. Voci parlavano di overdose, come anche infarto e quant’altro: le effettive cause del decesso non sono ancora state chiarite pubblicamente. Ma le indagini proseguono, tanto da aver portato proprio in queste ore all’identificazione del pusher che avrebbe consegnato all’interprete del magnifico Bart di Santa Maradona, la dose letale. Lo spacciatore in questione si chiama Mustafa Minte Lamin. Andiamo a scoprire meglio insieme di chi si tratta.

Leggi anche: Libero De Rienzo morte, il dramma della moglie: lo cercava da giorni

Morte Libero De Rienzo, chi è il pusher Mustafa Minte Lamin che gli ha venduto la droga?

Biografia

Mustafa Minte Lamin, il pusher che ha venduto la dose letale di droga a Libero De Rienzo, è nato in Gambia. Da quanto risulta dai dati disponibili sul web, l’uomo dovrebbe avere tra i 31 e i 32 anni. Non si conosce la sua data di nascita completa.

Tutta la storia: la morte Libero De Rienzo e il pusher Mustafa Minte Lamin

La morte di Libero De Rienzo, ha scosso l’Italia intera quando il 15 luglio del 2021 l’attore, premiato da due David di Donatello nel corso della lunga carriera, è stato ritrovato senza vita all’interno del suo appartamento romano. Grazie ai messaggi sul cellulare che possedeva, è stato facilissimo per gli inquirenti identificare il pusher che gli aveva fornito la dose letale di droga. Nello specifico, eroina. L’uomo, di origini gambiane, si faceva chiamare Alì ma il suo vero nome è Mustafa Minte Lamin ed è stato arrestato già lo scorso 26 luglio. L’indagato è stato fermato in flagranza di reato nella zona di Torre Angela, mentre stava vendendo dosi di sostanze ad altri «clienti».

Minte Lamin aveva già due ordini di espulsione a cui si era sottratto e dunque, secondo gli inquirenti, sarebbe potuto fuggire. All’uomo sono stati sequestrati ulteriori 7,7 grammi di eroina: un rinvenimento che ha portato all’arresto per detenzione ai fini di spaccio anche del connazionale convivente. A carico del cittadino gambiano un solido quadro indiziario che ha dimostrato la sua quotidiana attività di spaccio che veniva svolta prevalentemente a domicilio, utilizzando in particolare le linee metro per spostarsi rapidamente tra le varie zone della Capitale. Sulle cause del decesso del protagonista di Fortapasc i magistrati di piazzale Clodio, che sulla vicenda hanno avviato un procedimento per morte come conseguenza di altro reato, sono comunque in attesa di ricevere i risultati dei prelievi tossicologici effettuati nell’ambito dell’attività autoptica.

Foto

Non sono reperibili online foto del pusher di Libero De Rienzo, Mustafa Minte Lamin.

Non segui DonnaPOP su Instagram? Rimedia subito cliccando qui!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv