Guerra Russia – Ucraina: quali sono i motivi del conflitto? L’Italia cosa fa e quali conseguenze rischia? Ultime notizie

Cosa c'entra l'Italia nel conflitto fra Russia e Ucraina? Tutti i dettagli all'interno del nostro articolo!

Il conflitto fra Russia e Ucraina sta angosciando il mondo intero, ma cosa è successo? Quali sono le conseguenze per l’Italia?

Leggi anche: Vladimir Putin: età, moglie e figli, biografia, altezza, fisico, partito, casa, Ucraina, Instagram

Conflitto Russia – Ucraina: i motivi

Il Presidente della Russia, Vladimir Putin, ha annunciato un’operazione militare in Ucraina. Il motivo è voler difendere i separatisti nell’est del Paese. Proprio stamattina – 24 febbraio 2022 – poco prima delle 06:00, il leader ha dato il via libera per un bombardamento sulla città di Kiev. Sull’annosa questione si è esposto anche Joe Biden, il Presidente degli Stati Uniti d’America:

Le preghiere dell’intero mondo sono con il popolo dell’Ucraina mentre stasera soffrono un attacco non provocato e ingiustificato dalle forze militari russe. Il presidente Putin ha scelto una guerra premeditata che porterà una perdita catastrofica di vite umane e di sofferenza. Soltanto la Russia è responsabile per la morte e la distruzione che questo attacco porterà. Gli Stati Uniti e i suoi alleati e partner risponderanno in un modo deciso e unito. Il mondo farà rendere conto alla Russia.

Cosa rischia l’Italia?

Nel conflitto fra Russia e Ucraina c’è da considerare anche la posizione degli altri Paesi, fra cui ovviamente l’Italia. Stando alle dichiarazioni degli esperti, quest’ultima potrebbe solamente rimetterci: oltre all’incertezza sui mercati finanziari, l’Italia ci rimetterebbe anche in termini economici. Mosca è oggi la 14esima destinazione al mondo per le merci italiane e lo scambio commerciale fra noi e la Russia ammonta a circa 20 miliardi di euro. C’è da considerare, poi, che il conflitto con l’Ucraina riguarda anche il gas: l’Italia importa dalla Russia il 40% del proprio gas naturale, essenziale per scaldare le case e generare elettricità.

Il gas

Il Presidente della Russia ha in mano i “rubinetti” del gas dell’Europa: il 67% del gas russo, infatti, viene esportato in Unione Europea. Dallo scorso anno, le forniture di gas dell’UE hanno già rivelato un notevole calo. Si parla di circa un 30-40% in meno, facendone lievitare il prezzo.

Ultime news sul conflitto fra Russia e Ucraina

Sul conflitto fra Russia e Ucraina si sono espressi i più grandi esperti del nostro tempo. Bruno Rovelli – capo economista di Blackrock Italia – via Sky TG24 Business ha commentato così la situazione:

È difficile costruire scenari, ci sono tantissime gradazioni di grigio in quello che può succedere nella tensione tra Russia e Ucraina. Però se uno prende lo scenario più negativo in assoluto – che è quello di una invasione terrestre con la Russia che blocca le forniture di gas all’Europa – cosa mai avvenuta peraltro neanche durante la Guerra Fredda, questo certo avrebbe ovviamente delle conseguenze gigantesche sull’economia europea che praticamente si fermerebbe. Non ci sarebbe nessuna chance di sostituire il gas russo attraverso il gas liquefatto. Però ci sono una serie di scenari intermedi che in realtà vedono la tensione rimanere ma non necessariamente andare fuori controllo. E’ molto difficile, secondo me, anticipare questi tipi di rischi geopolitici. Dal punto di vista della struttura degli incentivi sembra che lo scenario più negativo non presenta un grande incentivo né per la Russia né per l’Europa.

Seguici su Instagram cliccando QUI!