Drusilla Foer chi è veramente? È uomo o donna? Com’è Gianluca Gori senza trucco? Età, quando e dove è nata, marito Hervè e Hans, compagno, moglie, biografia, cosa fa nella vita di mestiere, come mai si chiama così, monologo Sanremo, foto prima, Instagram

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Drusilla Foer, alias Gianluca Gori, è stata una delle conduttrici di Sanremo 2022 al fianco di Amadeus! Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla splendida artista! 

Drusilla Foer, alias Gianluca Gori, è stata una delle conduttrici di Sanremo 2022 al fianco di Amadeus! Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla splendida artista!

Leggi anche: Pietro Castellitto: sapete che sua madre è famosa? Chi è la mamma dell’attore, nonché moglie di Sergio Castellitto? FOTO

Chi è Drusilla Foer?

Età e dov’è nata

Drusilla Foer ha una biografia autonoma, è nata il 23 luglio del 1945, sotto il segno zodiacale del Leone. Oggi, dunque, 76 anni. Gianluca Gori, invece, è venuto al mondo a Firenze nel 1967. Ha 55 anni. Non si conosce la sua data di nascita completa.

Drusilla Foer è un uomo o una donna?

Drusilla Foer è un personaggio inventato dall’attore fiorentino Gianluca Gori che la mette in scena sul palco. In questo senso, dunque, Drusilla Foer è, in realtà, un uomo nei panni di una splendida ed elegantissima nobildonna decaduta, ovvero il personaggio che oramai da anni interpreta sul palco.

Com’è Gianluca Gori senza trucco?

Di seguito vi lasciamo alcune foto di Gianluca Gori, il “padre artistico” di Drusilla Foer senza trucco:

"<yoastmark

"<yoastmark

"<yoastmark

Chi sono i mariti di Drusilla Foer? Hervè e Hans

Il primo marito (o solo fidanzato? C’è dell’ambiguità sul tema) sarebbe stato, a suo dire, “un terribile texano” da cui fortunatamente riuscì a divorziare presto per poi trovare l’amore della sua vita. Non si conosce l’età di questo texano, ma si tratterebbe di un coetaneo della Foer, classe 1945.

Anche del secondo coniuge non è disponibile sul web nessun riferimento all’età anagrafica dell’uomo che però sarebbe stato più grande di lei. Si tratta di Herve Foer, belga e proveniente dalla prestigiosa famiglia Dufur. Il consorte, purtroppo, morì dopo poco giorni dal matrimonio e Drusilla sarebbe tuttora vedova.

Compagno e moglie

L’attore che ha inventato l’irresistibile Drusilla Foer è il fiorentino Gianluca Gori. Da sempre altamente riservato in merito alla propria sfera privata, non ci sono informazioni disponibili sul web per quanto riguarda la sua situazione sentimentale. Non sappiamo dire, quindi, se sia sposato o meno né se abbia dei figli.

Lavoro

Gianluca Gori nella vita fa l’attore. Ha recitato anche in film importanti come Magnifica presenza di Ferzan Ozpetek e Riccardo va all’inferno (vincitore di quattro David di Donatello) di Roberta Torre. Quando veste i panni della sua Drusilla, invece, lo si può vedere in teatro grazie al tour dello show Eleganzissima.

Biografia

Il papà di Drusilla Foer, ovvero colui che l’ha ideata e che dà vita in scena all’irresistibile nobildonna fiorentina, si chiama Gianluca Gori ed è fiorentino. Drusilla sarebbe anche chiamata la signora Confetti poiché questo personaggio è stato originariamente interpretato da Maurizio Ferrini nella serie televisiva italiana degli anni Ottanta La donna dei ciliegi. Divenuta popolare a livello mainstream, grazie ai video che postava su Instagram durante la pandemia, ecco con quali parole Gori descrive la propria “creatura” artistica:

Quando ho scoperto un personaggio così chiaro, così libero, ho pensato che tutti dovessero conoscerla e ho spinto la signora a farsi più visibile.

Come mai si chiama così Drusilla Foer?

Gianluca Gori ha scelto il nome del suo personaggio a seguito di una notte di sesso sfrenato in America, mentre si trovava su un battello chiamato proprio Drusilla. Ecco le sue parole a Libero nel 2017:

Il battello è diventato monumento storico, una sorta di pezzo d’antiquariato, come me insomma.

Monologo Sanremo

Di seguito il monologo di Drusilla Foer portato sul palco del Festival di Sanremo 2022:

Non voglio ammorbarvi a quest’ora con parole sulla fluidità, sull’integrazione, sulla diversità. Diversità non mi piace perché ha in sé qualcosa di comparativo e una distanza che proprio non mi convince. Quando la verbalizzo sento sempre di tradire qualcosa che penso o sento. Le parole sono come le amanti quando non si amano più vanno cambiate subito. Un termine in sostituzione potrebbe essere unicità, perché tutti noi siamo capaci di coglierla nell’altro e pensiamo di esserlo. Per niente, perché per comprendere la propria unicità è necessario capire di cosa è composta, di cosa siamo fatti. Di cose belle: le ambizioni,  i valori, le convinzioni, i talenti.

Ma talenti e convinzioni devono essere curati. Non è facile entrare in contatto con la propria unicità ma un modo lo avrei: si prendono per mano tutte le cose che ci abitano e si portano in alto, si sollevano insieme a noi, nella purezza dell’aria, in un grande abbraccio innamorato e gridiamo: “che bellezza tutte queste cose sono io”. Sarà una ficata pazzesca e sarà bellissimo abbracciare la nostra unicità e a quel punto io credo che sarà più probabile aprirsi e uscire da questo stato di conflitto che ci allontana. Sono una persona molto fortunata a essere qui ma vi chiederei un altro regalo: date un senso alla mia presenza su questo palco e tentiamo il vero atto rivoluzionario, che è l’ascolto, di se stessi e degli altri.

E ancora:

Promettetemi che ci doneremo agli altri, che accogliamo il dubbio anche solo per essere certi che le nostre convinzioni non siano solo delle convenzioni. Facciamo scorrere i pensieri in libertà e senza pregiudizio e senza vergogna. Facciamo scorrere i sentimenti con libertà e liberiamoci dalla prigionia dell’immobilità. Immaginate se il mondo non ruotasse e fisso stesse, se tutto il buio fosse nero pesto”

Instagram

Drusilla Foer, alias Gianluca Gori, è su Instagram dove il suo account ufficiale conta migliaia di follower. Nel feed, tantissime immagini che la ritraggono sul palco del suo primo, fortunatissimo, recital dal titolo Eleganzissima, ma anche video che la vedono protagoniste delle sue fantastiche gag (soprattutto quelle con la domestica immaginaria) per allietare i suoi follower. QUI il suo profilo.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Classe 1992, grazie ai pomeriggi passati insieme alla nonna a guardare i talk show degli anni Novanta, si è appassionata al gossip e alla tv