Civitanova Marche, Filippo Ferlazzo: chi è l’assassino di Alika? Età, fidanzata, Salerno, perché è morto Alika, causa morte, motivo, FOTO, VIDEO

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Filippo Ferlazzo è l'assassino di Alika Ogochukwu, il venditore ambulante di Civitanova Marche. Cosa sappiamo di lui?

Civitanova Marche è stata scossa da un brutale omicidio: verso mezzogiorno di venerdì 29 luglio il venditore ambulante Alika Ogochukwu è stato ucciso da un operaio della zona, Filippo Ferlazzo. Cosa sappiamo dell’assassino? Qui tutti i dettagli sulla vita privata e professionale dell’uomo responsabile di questo folle ed efferato gesto che ha sconvolto l’Italia intera.

Leggi anche: Civitanova Marche, Alika Ogochukwu chi era? Età, moglie, figli, perché è morto, causa morte, motivo, chi è l’assassino, VIDEO

Filippo Ferlazzo: chi è l’assassino di Alika?

Filippo Ferlazzo, l’assassino diAlika Ogochukwu, è un operaio della zona. L’uomo aveva già precedenti penali. Una vicina di casa lo descrive così ai microfoni del Tg1:

Ferlazzo era invalido al cento per cento, ha subito diversi Tso e ad aprile era stato visitato nel reparto di psichiatria a Civitanova. Questa vicenda è dolorosissima, mi dispiace moltissimo per la moglie e il figlio di Alika, ma è giusto che l’imputato abbia una condanna che tenga conto delle sue condizioni. La vendetta non aiuta nessuno, una sentenza giusta sì

Età

Filippo Ferlazzo, l’assassino di Alika Ogochukwu, ha 32 anni. Sul web non è stata resa nota la sua data di nascita completa.

Fidanzata

Filippo Ferlazzo, l’assassino di Alika Ogochukwu, verso mezzogiorno di venerdì 29 luglio stava passeggiando con la fidanzata, di tredici anni più grande di lui, in Corso Umberto I a Civitanova Marche. Quando la coppia è passata davanti al venditore ambulante, questi ha tentato di attirare l’attenzione dei due, per fargli comprare dei fazzoletti. Da qui, l’irrazionale furia cieca dell’operaio che, in un raptus di follia omicida, ha preso a colpi di stampella e poi finito a mani nude, la vittima. La compagna di Ferlazzo è ancora sotto choc per aver assistito alla tragica scena. Ecco la sua testimonianza:

L’ho visto arrivare verso di me sporco di sangue, con un cellulare in mano che non era il suo. Gli ho detto: ‘Filippo che hai fatto, che hai combinato?’ Lui mi ha risposto piano all’orecchio, quasi sussurrando: ‘Andiamo, ho picchiato uno’. Non era geloso, piuttosto era protettivo verso di me

Salerno

Filippo Ferlazzo, l’assassino di Alika Ogochukwu, è originario di Salerno. Prima di andare a convivere con la fidanzata in quel di Civitanova Marche, l’uomo abitava con la madre proprio a Salerno. La donna era stata nominata sua tutrice dopo che al figlio aveva ricevuto un TSO coatto.

Perché è morto Alika

Filippo Ferlazzo, l’assassino di Alika Ogochukwu, ha ucciso il venditore ambulante per un presunto apprezzamento da lui rivolto alla sua fidanzata. I contorni della vicenda sono ancora abbastanza nebulosi ma qui abbiamo la ricostruzione della compagna:

Quel signore con la stampella è venuto verso di noi e ci ha chiesto dei soldi, mi ha preso per un braccio. Siamo andati avanti per la nostra strada, fino a un negozio di abbigliamento. Insomma, sembrava davvero finita lì. Noi stavamo cercando dei pantaloni per Filippo, allora io sono entrata a vedere, lui è rimasto fuori, ma quando poi mi sono affacciata per chiamarlo, perché finalmente avevo trovato il modello, lui non c’era era più

 

Causa morte

Alika Ogochukwu, il venditore ambulante ucciso a Civitanova Marche, è morto in seguito alle percosse subite improvvisamente da Filippo Claudio Giuseppe Ferlazzo, operaio trentaduenne che abitava nella zona. L’assassino per colpire Alika ha usato un stampella che lo stesso ambulante di origini nigeriane aveva per poter camminare e poi l’ha finito a mani nude. Infine, gli ha rubato il telefono e si è allontanato dalla scena del crimine. La polizia l’ha raggiunto immediatamente.

Filippo Claudio Giuseppe Ferlazzo, assassino di Alika

Motivo

Alika Ogochukwu, il venditore ambulante ucciso a Civitanova Marche, è stato vittima della follia omicida di un passante, Filippo Claudio Giuseppe Ferlazzo. Non esiste un motivo valido per un gesto così terribile ed efferato, ma l’assassino cerca comunque di dare una spiegazione al proprio operato dicendo che la vittima avrebbe indirizzato un apprezzamento alla fidanzata che, verso mezzogiorno di venerdì 29 luglio, gli camminava al fianco per una passeggiata. La frase di Alika che avrebbe scatenato il raptus di Ferlazzo? Questa:

Bella compra i miei fazzoletti o dammi un euro

Seguici su Instagram cliccando QUI!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin