Emma Bonino: età, dove e quando è nato, marito, figli, partito, laurea, carriera in politica, cariche precedenti, dove vive, malattia, capelli, come sta oggi 2022, Instagram

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Emma Bonino è una politica italiana, simbolo del radicalismo liberale italiano e leader di +Europa. Cos'altro sappiamo di lei? Leggiamo!

Emma Bonino è una politica italiana. Assieme a Marco Pannella ha fatto la storia del radicalismo liberale italiano nell’età repubblicana. La leader di +Europa è una sostenitrice del femminismo, in vista delle elezioni del 25 settembre 2022, ha fatto sapere che è possibile un accordo con il Partito Democratico.

Leggi anche: Niccolò Conte, chi è il figlio di Giuseppe Conte? Età, mamma Valentina Fico, scuola, FOTO, Instagram

Emma Bonino, tutto quello che c’è da sapere su di lei

Età

Emma Bonino ha 74 anni d’età. 

Dove e quando è nata

La donna, infatti, è nata il 9 marzo del 1948, sotto il segno zodiacale dei Pesci. All’anagrafe di Bra, località in cui è nata e situata  in provincia di Cuneo in Piemonte, è stata registrata, però, solo il giorno seguente.

Marito

Emma Bonino non ha un marito. La donna, tuttavia molto riservata sulla sua sfera privata, ha avuto due relazioni sentimentali con i militanti radicali Marcello Crivellini Roberto Cicciomessere.

Figli

La leader di +Europa non ha figli naturali, ma qualche tempo fa, esattamente nel 2006, ha rivelato che negli anni Settanta ha avuto in affidamento due bambine, Aurora e Rugiada.

Partito

Il partito di Emma Bonino si chiama +Europa. Si tratta di un partito politico italiano di orientamento europeista e liberale, nato dalla fusione fra i Radicali Italiani e il movimento Forza Europa, che si è presentato con una propria lista elettorale alle elezioni politiche italiane del 2018. Dal 2022 è federato con Azione.

Laurea

Nel 1967 , Emma Bonino ha conseguito la maturità classica al Liceo Gandino della sua città, Bra. Successivamente però, Emma Bonino si è spostata a Milano per frequentare il corso di Lingue e letteratura moderna presso l’Università commerciale Luigi Bocconi, dove ha conseguito la laurea nel 1972 con una tesi sull’autobiografia di Malcolm X. Nel 2019, ha ricevuto una laurea ad honorem in Scienze Politiche da parte dell’Università degli Studi Internazionali di Roma.

Carriera in politica

La politica italiana di origini piemontesi, Emma Bonino, è membro del Partito radicale dal 1975. La donna, figura leader anche per il femminismo italiano è tra le fondatrici del Centro d’informazione sulla sterilizzazione e sull’aborto.

Cariche precedenti

È stata più volte deputato. Emma Bonino, infatti, ha ricoperto la carica di  deputato al Parlamento europeo e anche quella di commissario europeo dal 1995 al 1999. È una delle più rilevanti attiviste in campagne civili e umanitarie nell’ultimo quarantennio. Due volte ministro, è stata senatrice e vicepresidente del Senato dal 2008 al 2013. È stata ministro degli Esteri del governo Letta. Nel 2015 è stata insignita del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Dove vive

Emma Bonino ha vissuto per trent’anni in una casa nel rione romano di TrastevereVive in una minuscola mansarda e gode di una vista spettacolare sulla città eterna di Roma Capitale.

Malattia

Nel 2015, Emma Bonino, al telefono con gli speaker dell’emittente radiofonica Radio Radicale, ha rivelato:

Recentemente mi sono sottoposta a dei controlli medici che hanno evidenziato la presenza di un tumore al polmone sinistro. Si tratta di una forma localizzata e ancora asintomatica, ma richiederà un trattamento lungo e complesso di chemioterapia che è già stato iniziato e che durerà almeno sei mesi. Non sono intenzionata ad interrompere le mie attività perché da una passione, come quella politica, non ci si dimette, però è chiaro che le mie attività dovranno essere organizzate in base alle esigenze mediche.

La leader di +Europa ha sempre affrontato la sua malattia, il cancro, a testa alta e a muso duro. Sempre nella stessa telefonata citata poco fa, ha indirizzato un messaggio anche a chi si trovava nelle sue stesse condizioni di lotta per la vita, dicendo:

A tutti coloro che in Italia e altrove affrontano questa o altre prove voglio solamente dire che dobbiamo tutti sforzarci di essere persone e di voler vivere liberi fino alla fine, insomma io non sono il mio tumore e voi neppure siete la vostra malattia, dobbiamo solamente pensare che siamo persone che affrontano una sfida che è capitata

Capelli

A causa delle cure a cui Emma Bonino si è sottoposta per sconfiggere la sua malattia, il cancro, ha perso i capelli. A seguito degli effetti della chemioterapia, infatti, la Bonino indossa un turbante come copricapo.

Come sta oggi 2022

Emma Bonino, oggi, nel 2022, sta bene, ovvero è nello stato di remissione completa di malattia. Il 28 maggio 2022, infatti, la leader di +Europa, ha svelato a AdnKronos Salute, per dare testimonianza tramite un video registrato per l’evento Ieo per le donne, quali siano i suoi 7 alleati contro il cancro.

Prima regola dire “io non sono il mio tumore, ma resto una persona”.

E poi “fare progetti, avere fiducia nei medici, seguirli con disciplina e pazienza“.

E ancora “parlare della mia malattia soprattutto con chi la sta combattendo come me, avere intorno la mia famiglia e gli amici, e guardare avanti“.

Emma Bonino, continua poi, dicendo

Una sfida che non avrei voluto vivere, ma che sto affrontando con impegno.

Instagram

Per trovare Emma Bonino su Instagram, cliccate QUI!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Amo il mare e la natura. Catturo immagini ed emozioni per trasformarle in parole. Schietta e diretta come la terra in cui sono nata e in cui ho scelto di restare, il Salento