Francesco Oppini e la tragedia della fidanzata Luana morta giovanissima «Il dolore più inaspettato»: chi era la ragazza? Età quando è morta, incidente stradale, FOTO

Francesco Oppini ha ricordato la sua fidanzata Luana, morta tragicamente nei primi anni Duemila. Ma cosa è successo?

Non tutti sanno che Francesco Oppini, il figlio di Alba Parietti, ha dovuto affrontare il lutto della sua fidanzata quando era ancora molto giovane. Il ragazzo aveva solamente 24 anni quando si è ritrovato protagonista di una vera e propria tragedia, ma cosa è successo?

Leggi anche: Francesco Oppini lavoro: cosa faceva prima di diventare famoso? Ecco il mestiere “normale” del figlio di Alba Parietti

Francesco Oppini parla della fidanzata morta

Francesco Oppini è stato ospite di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno; il figlio di Alba Parietti ha parlato del terribile lutto dovuto alla morte improvvisa della sua fidanzata Luana, morta tragicamente in un incidente d’aiuto. La ragazza all’epoca aveva solamente 25 anni e per l’ex gieffino la sua perdita è stata un duro colpo da accettare. Ecco le sue parole nel programma Rai:

Rappresenta una forzata crescita improvvisa. Ho dovuto superare il dolore più inaspettato che uno può avere all’età che avevo io all’epoca, 24 anni. A quell’età lì non pensi mai che ti possano succedere determinate cose, non puoi pensare che ti possa venire a mancare un amico, una compagna, un genitore. Invece ti rendi conto che siamo tutti appesi a un filo in un certo senso. Impari a non avere rimorsi e a fare le cose che ti senti di fare, sempre. Impari da quello che le cose non godute e non vissute a pieno sono cose che non ti potrai mai permettere di rivivere.

Il ricordo di Luana

Francesco Oppini non ha nascosto una certa commozione nel ricordare la sua fidanzata Luana, morta tragicamente e prima del tempo:

Se io spesso e volentieri sorrido è grazie all’atteggiamento che questa persona aveva nei confronti della vita. Lei era questo, era il sorriso h24, su ogni cosa, anche di fronte ai problemi.

Anche Alba Parietti, tempo fa, aveva dedicato a Luana dolci parole sui social; ecco cosa aveva scritto nel giorno del compleanno della ragazza:

Era la notte tra il 17 e 18 ottobre del 2006. Era il giorno del tuo 25esimo compleanno. Era un giorno in cui tu ti aspettavi sorprese bellissime e sulla strada, per non investire un uomo in bicicletta, trovasti la morte. Rimarrai nel mio cuore, con quel tuo sorriso, con la tua bellezza con quel senso di ingiustizia che non riuscirò mai a placare. Una ferita, per sempre il dolore più forte del mondo per tua madre e per Francesco, mio figlio che ti amava. E nessuna parola o gesto riuscì a dare conforto e consolare. Quel giorno e nei giorni, nei mesi successivi io capii cos’è l’inferno. E per me è stato quel senso di impotenza rispetto a tutto ciò che era accaduto e il dolore, lo strazio senza fine che ne conseguì. Nulla è stato più uguale. Anche il mio modo di vedere la vita. Tutto sembrava così inutile.

La mamma di Francesco Oppini, ricordando la fidanzata di suo figlio morta prematuramente, poi, aveva concluso così il suo encomio:

Ma tu sarai sempre Luana, bellissima, dolce e sorridente, generosa nel ricordo di noi tutti. Nelle lacrime che verso ancora oggi ogni volta che penso alla tua vita tragicamente e ingiustamente spezzata. Ora che Franca, tua madre, ti ha raggiunto spero abbia con te trovato pace amore, bellissima. Indimenticabile tesoro, adorata Luana. Nei miei occhi per sempre.

La figura di Alba Parietti nella vita di Francesco Oppini

Francesco, archiviando per un po’ i pensieri sulla sua fidanzata Luana, si era anche sfogato con la conduttrice circa gli atteggiamenti di apprensione esagerata di sua madre, forse derivanti proprio dalla more prematura della ragazza. Ecco le parole dell’ex gieffino:

Se io scendo dalla macchina a fare benzina, risalgo e trovo 10 chiamate perse in 3 minuti. La persona che è in macchina con me ne trova altrettante 4 e poi cominciano ad arrivarmi messaggi per dirmi che mia madre mi sta cercando. A volte la blocco. Chiamava anche al casello dell’autostrada. Una volta, nel 2002, il casellante di Melegnano mi disse che mia madre mi stava cercando.

Seguici su Instagram cliccando QUI!