Giorgia Soleri libro di poesie, l’affondo di una poetessa: «Una serie di parole di Instagram sotto alle foto più banali»

Giorgia Soleri ha scritto un libro di poesie, ma questo ha scatenato grossa polemica. Cosa è successo? I dettagli

Giorgia Soleri ha pubblicato da poco un libro di poesie ed è stata ampiamente criticata: la fidanzata di Damiano dei Maneskin, paragonata ad Alda Merini, ha scatenato varie polemiche sul web. A schierarsi contro l’attivista ci ha pensato anche la poetessa Flaminia Colella, ex amica di Giorgia. Ma cosa è successo?

Leggi anche: Venezia, Giorgia Soleri: «Il cinema non mi piace, è noioso», poi sfila alla Mostra del Cinema di Venezia, è bufera di critiche

Giorgia Soleri e la stoccata di una vera poetessa

Non basta scrivere un libro per essere scrittori e non basta buttare giù qualche parola a caso su un foglio per essere poeti. Forse questo Giorgia Soleri non lo sa: da modella a influencer, da attivista a poetessa, la fidanzata di Maneskin si professa un’artista poliedrica, ma la presunzione talvolta scaturisce in banalità assoluta. Flaminia Colella, che di questo mestiere ne sa qualcosa, ha lanciato un pesante e diretto affondo nei confronti della Soleri.

Il libro

Il libro di Giorgia Soleri, La signorina nessuno, è stato molto discusso ancor prima della sua pubblicazione: quelli che sembravano versi inediti della ragazza, in realtà provenivano da una vecchia pagina social gestita proprio dalla fidanzata di Damiano David in passato, molto prima che divenisse la dolce metà del cantante. In quell’occasione, però, queste parole non avevano avuto alcuna risonanza, né mediatica né tantomeno letteraria. Le polemiche sono arrivate soprattutto quando Giorgia Soleri ha dichiarato di esser stata paragonata ad Alda Merini da un noto poeta. Proprio su queste parole sono arrivate delle facili ironie da tutto il web:

Pubblica le sue poesie perché è la fidanzata di Damiano David dei Måneskin?

Tipico libro da influencer convinta che per scrivere poesie basti lasciare spazio tra le parole.

La stoccata di Flaminia Colella

Flaminia Colella è una giovane poetessa e all’attivo conta diverse pubblicazioni tradotte in molte lingue, inoltre collabora con Davide Rondoni. Proprio la diretta interessata ha voluto dire la sua sul libro di Giorgia Soleri, sua (a questo punto ex) amica:

Giorgia, quando mi hai intervistato nel 2020 qui su ig a proposito del mio “La voce del fuoco” mi sei sembrata una ragazza sinceramente interessata alla letteratura e volenterosa di imparare. Ecco, l’arte richiede rispetto. Non si può barare, perché la prova della verità in poesia rimane aperta nei secoli. E dietro di noi abbiamo Dante, Ungaretti, Montale, Esenin, Celan, che guardano mentre facciamo i nostri tentativi. Il tuo libro è un insieme di pensieri snocciolati a caso tra disegnini e pagine bianche. Non c’è ricerca lessicale, tensione verbale, non c’è metrica, né consapevolezza della materia anche nobile (l’amore) che intendevi trattare; non ci sono “versi”. C’è semplicemente una serie di parole che restano al livello di “caption” di Instagram sotto alle fotografie più banali. Il mercato editoriale si ciba di fenomeni così, mandando in pasto al mondo persone che magari vogliono ottenere una patente di legittimità culturale/intellettuale, si vedono da anni. Non devi cadere nell’ottundimento che genera questo sistema drogato. I veri poeti sanno che la fama è una malacopia dell’eterno e che occorre studio lavoro e pazienza. Questo può dirtelo solo un maestro, o il rispetto per l’eccellenza dei grandi. Esistono poeti enormi che son morti nell’invisibilità. Non dire cose gravi, non paragonarti a chi ha dedicato all’arte il suo sangue e la sua vita, creando opere immortali, son dichiarazioni che lasciano nello sconcerto e che potrebbero nuocerti in futuro. La moda ricordiamo Leopardi – è sorella della morte. Ti dico questo per il bene. E ti saluto con affetto sincero.

flaminia colella giorgia soleri poesie

Il commento di Flaminia Colella

Ovviamente la risposta di Giorgia Soleri non ha tardato ad arrivare e così ha tuonato nei confronti della poetessa:

Quanta ironia c’è in persone che conosci, che hai frequentato, che hanno modo di contattarti non solo via social, ma anche tramite cellulare, ma che sentono il bisogno di criticare il tuo lavoro pubblicamente e poi screenare tale commento e metterlo nelle storie? @faminiacolella assecondo volentieri il tuo bisogno di 5 minuti di fama, ricercati con arroganza e paternalismo, nella convinzione di avere qualcosa da insegnare e le competenze per farlo. Ho ancora tanto da imparare, questo è vero, e per fortuna ne ho la possibilità. Sai cosa non si può imparare però? L’umanità.

giorgia soleri commento storia flaminia colella

La risposta della Soleri

flaminia colella giorgia soleri milano

Il confronto fra la Colella e la Soleri

flaminia colella porta aperta giorgia soleri

Il confronto fra la Colella e la Soleri

Seguici su Instagram cliccando QUI!