Giorgia Soleri aborto «Assassina», gli insulti e la reazione della fidanzata di Damiano dei Maneskin

Giorgia Soleri ha parlato nuovamente dell'aborto sui suoi canali social, ma cosa ha detto? Leggi le parole della fidanzata di Damiano David

Giorgia Soleri non ha mai nascosto di aver fatto ricorso all‘aborto per una gravidanza indesiderata che ha avuto all’età di 21 anni. La fidanzata di Damiano dei Maneskin ha nuovamente affrontato l’argomento sui suoi canali social. Ma cosa ha detto?

Leggi anche: Giorgia Soleri che lavoro fa? Perché è famosa? «Non sono solo la fidanzata di Damiano dei Maneskin»

Giorgia Soleri parla dell’aborto

Proprio sul suo profilo Instagram, Giorgia Soleri ha affrontato l’argomento dell’aborto. Ecco cosa ha scritto:

Ho abortito a 21 anni e mi hanno dato dell’assassina. È stato umiliante. Nonostante il disgusto, la delusione, il dolore e la paura per un mondo che va sempre più verso il totale controllo dei corpi (soprattutto delle donne e delle persone con utero) e la totale privazione di autodeterminazione, noi continueremo a lottare. Per le nostre sorelle statunitensi, per le sorelle che hanno lottato e lottano per rendere davvero accessibile l’IVG in Italia, per chi ancora oggi – ovunque si trovi – si vede portar via la possibilità di abortire in sicurezza. Non staremo zitte, statene certe.

I dettagli

La Soleri ha raccontato la sua esperienza dopo la decisione di abortire, classificandola come molto negativa. Secondo la fidanzata di Damiano dei Maneskin, infatti, i dottori non si sono rivolti a lei in modo consono e si è sentita spesso giudicata o trattata da emarginata:

È stata un’esperienza molto negativa, perché sono stata trattata come un’emarginata sociale. Quando mi sono presentata in consultorio per intraprendere il percorso di interruzione volontaria di gravidanza, la prima cosa che ha fatto la ginecologa è stata rimproverarmi dicendo che i giovani fanno sesso senza usare protezioni. Mi stava giudicando senza sapere nulla della mia storia. Il diritto all’aborto è difficile da ottenere e molto spesso viene trattato come una concessione. Le donne spesso sono vittime del giudizio del personale medico e sanitario e si trovano a dover agire nell’ombra.

Di seguito le parole della fidanzata di Damiano dei Maneskin sui social:

giorgia soleri aborto

Le dichiarazioni della fidanzata di Damiano dei Maneskin

La legge 194

Giorgia, tornando sul tema dell’aborto legalizzato, ha parlato anche della legge 194, dichiarando che – a suo dire – ci sono grosse lacune da dover arginare. La fidanzata di Damiano dei Maneskin lotta da tempo anche per far riconoscere la vulvodinia e la neuropatia del pudendo come malattie croniche e invalidanti per le donne.

Segui DonnaPOP su Instagram cliccando QUI!