Alfonso Signorini, la cicatrice in testa non sfugge al pubblico: la verità sul tumore del conduttore del Grande Fratello Vip

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Alfonso Signorini, il conduttore del Grande Fratello Vip, ha una cicatrice sulla testa. A cosa è dovuta? Ecco tutta la dolorosa verità!

Alfonso Signorini è il notissimo direttore del settimanale Chi nonché conduttore del Grande Fratello Vip, in onda da lunedì 19 settembre su Canale 5. Già nel corso delle precedenti edizioni del reality Mediaset, sono stati in molti a notare la cicatrice che l’uomo riporta sulla testa. A cosa è dovuta? Andiamo a scoprire meglio insieme tutta la dolorosa verità a riguardo.

Leggi anche: Alfonso Signorini, chi è il suo fidanzato attuale? Ex moglie, fidanzata e fidanzati storici (FOTO)

Alfonso Signorini, la cicatrice in testa non sfugge al pubblico

Alfonso Signorini, il conduttore del Grande Fratello Vip, ha una grossa cicatrice sulla testa che di certo non è sfuggita all’affezionato pubblico del reality Mediaset nel corso delle edizioni condotte dal direttore di Chi su Canale 5. Che cosa gli è successo? I rumors in merito stavano diventando così insistenti sul web che a un certo punto il diretto interessato ha scelto di rivelare la verità per mettere un punto alla questione. Quella cicatrice è il segno della sua battaglia, fortunatamente vinta, contro un tumore.

La verità sul tumore del conduttore del Grande Fratello Vip

Alfonso Signorini, il conduttore del Grande Fratello Vip, ha vinto la sua battaglia contro la leucemia mieloide, un tumore del sangue che prende origine dal midollo osseo. La terribile diagnosi gli arrivò nel 2014, al termine di una trasmissione nella seconda serata di Mediaset. Ecco il ricordo del diretto interessato che ha voluto condividere questa dolorosa esperienza nel corso di una lunga intervista al quotidiano La Verità:

Ero in diretta a Kalispera!. C’erano ospiti Christian De Sica e Sabrina Ferilli e non smettevo di sudare. A mezzanotte avevo 40 di febbre. Terminai la serata e andai al pronto soccorso del San Raffaele

Ricoverato quella sera stessa, il 23 dicembre, il conduttore iniziò il proprio percorso chemioterapico già quattro giorni dopo, ossia il 27. Si è trattata di un percorso sicuramente lungo, di cui il direttore di Chi ha voluto parlare solo a situazione risolta, ma per fortuna tutto è andato per il meglio. Signorini ha scelto di rivelare pubblicamente questa esperienza solo quattro anni dopo l’accaduto e lo ha fatto con le seguenti parole:

Dirigevo due giornali, facevo radio tutti i giorni, conducevo più di un programma in tv. Poi una sera la malattia mi è piombata addosso all’improvviso e oggi che, grazie a Dio, ce l’ho fatta, ho capito che il segreto della vita non è credere nel ‘per sempre’, ma credere nel ‘per ora’

 

Seguici su Instagram cliccando QUI!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin