Maddie McCann storia: età quando è scomparsa, quanti anni ha oggi, genitori, fratelli, colpevoli, è viva o morta, ritrovata

Cosa è successo a Maddie McCann? La bambina inglese è scomparsa da Praia da Luz, in Portogallo. Ma chi l'ha rapita?

Cosa è successo a Maddie McCann? Il caso della bimba scomparsa suscita ancora molto clamore: la piccola si trovava insieme alla sua famiglia in vacanza in Portogallo quando è letteralmente sparita nel nulla. Ma chi è stato a portarla via? Dopo oltre 15 anni è stato arrestato un sospettato.

Leggi anche: Jeffrey Dahmer, empatizzare col “cattivo” non vuol dire giustificarlo: perché parlare di salute mentale è ancora un tabù?

Cosa è successo a Maddie McCann?

Genitori e fratelli

La sera di giovedì 3 maggio 2007, Kate e Gerry, i genitori di Maddie McCann – due medici in vacanza a Praia da Luz in Algarve, Portogallo – lasciano la loro figlia di 3 anni a dormire in camera, nel residence Ocean Club, insieme ai suoi fratelli, per andare a cena con altri amici. Il Tapas Restaurant è a meno di 50 metri in linea d’aria dall’appartamento e ogni 20 minuti, a turno, un adulto va a controllare che per i bambini sia tutto a posto. A un certo punto, la madre di Maddie scopre che la bimba non c’è più. I suoi fratelli, Sean e Amelie, invece, sono ancora addormentati nei loro letti.

Le prime indagini

Immediatamente i genitori di Maddie McCann avvisano il residence e la Polizia della sparizione della loro bambina. L’inchiesta sulla piccola scomparsa è costata ben oltre 12milioni di sterline e negli archivi di Scotland Yard sono ancora custoditi più di 40mila documenti sul caso. Ma cosa è successo alla figlia di Kate e Gerry? Il primo sospettato è Robert Murat, un uomo che nei giorni successivi alla scomparsa di Maddie si è mostrato particolarmente attivo e insistente nel voler dare una mano nelle ricerche. Formalmente indagato, però, è stato dichiarato estraneo ai fatti e scagionato dopo un paio di anni.

Successivamente, anche i genitori della piccola Madeleine sono stati indagati: la Polizia ha pensato che Kate e Gerry McCann abbiano ucciso la loro figlia, occultandone poi il cadavere. Ma anche questa ipotesi è stata respinta con forza: i due coniugi, infatti, non hanno mai mostrato alcun cedimento e – ancora oggi – sono convinti che la figlia sia viva. Finché non avranno prove contrarie continueranno ad attendere il giorno in cui potranno riabbracciarla. L’inchiesta su Maddie McCann è di tipo internazionale e ha presentato, purtroppo, clamorosi buchi nell’acqua.

Gli avvistamenti

Negli ultimi quindici anni, il periodo ormai trascorso dalla scomparsa di Maddie, la bambina è stata vista circa tre volte al giorno. Una mattina è stata segnalata la sua presenza in Marocco e contemporaneamente a Zurigo e Rio De Janeiro, ma nessuna di queste piste – ovviamente – è risultata quella giusta per ritrovarla. Il penultimo presunto colpevole, in effetti, era un uomo tedesco, tale Martin Ney. Quest’ultimo è finito nelle prime pagine dei giornali inglesi nel maggio del 2019 all’età di 48 anni per esser un ergastolano con l’accusa di aver ucciso tre bambini. I media hanno assicurato per diverso tempo che l’uomo fosse in Portogallo proprio nel periodo che coincide con la sparizione di Maddie McCann. Una settimana dopo, però, la Polizia ha totalmente smentito ogni possibile collegamento con la scomparsa della bambina inglese.

Quanti anni ha oggi? È viva o morta?

Oggi Maddie McCann avrebbe 18 anni, ma non è dato sapere – purtroppo – se sia ancora viva oppure no.

Colpevole e arresto

Oggi il colpevole della sparizione di Maddie sembra essere Christian Stefan Brueckner, un uomo di 45 anni originario di Wurzburg, in Baviera. Il diretto interessato ha vissuto di espedienti, girando tutta l’Europa, ma da quattro anni si trova in carcere, in Germania, condannato per spaccio di droga e per aver violentato un’anziana turista americana. Alla sua lista, però, si aggiungono diversi reati perpetrati negli anni; si parla di:

  • pedofilia
  • pedopornografia
  • furto

E molto altro. La prima condanna Brueckner l’ha ricevuta a 17 anni, quando gli vennero dati due anni per abusi sessuali su una bambina. Scontata la sua pena, poi, l’uomo è emigrato in Portogallo. Una sua ex fidanzata dell’epoca, una donna inglese, ha raccontato agli inquirenti che – alla vigilia della sparizione di Maddie McCann – il suo compagno le avrebbe confidato quanto segue:

Ho un lavoro orribile da fare a Praia da Luz. È qualcosa che devo fare e che cambierà la mia vita. Non mi vedrai per un po’.

Dopo questa confessione, poi, la donna non lo aveva mai più visto. Il Procuratore tedesco Hans Christian Wolters dichiara di non avere alcun dubbio: Maddie è morta per mano di Christian Stefan Brueckner; a questa dichiarazione, poi, sembrerebbero essersi aggiunte anche delle “prove concrete” che però non possono essere ancora svelate dagli inquirenti coinvolti nel caso. Sempre Wolters dichiara:

Ma non possiamo dire di più, perché è più importante inchiodare il colpevole piuttosto che mettere le nostre carte sul tavolo.

Il responsabile – ancora presunto – della morte di Maddie McCann, comunque, è stato arrestato il 28 settembre del 2018 a Milano. L’uomo risultava senza fissa dimora e si è presentato al Consolato tedesco di Via Solferino per denunciare lo smarrimento del suo passaporto. Pochi minuti dopo, però, si sono presentati i Carabinieri nella sede, presentando un mandato di arresto europeo emesso solamente 9 giorni prima dal Tribunale di Flensburg. Brueckner doveva scontare una condanna a 6 anni e 10 mesi per traffico di droga.

Maddie è stata ritrovata?

Maddie McCann, nonostante le accuse all’uomo tedesco che l’avrebbe uccisa, la bambina non è mai stata ritrovata.

Seguici su Instagram cliccando QUI!