Emanuela Orlandi è figlia di Papa Wojtyla? L’assurda ipotesi che sconvolge il Vaticano: chi è suo padre?

Emanuela Orlandi è la figlia segreta di Papa Wojtyla? Un'assurda teoria fa tremare il Vaticano, ma chi la sostiene?

Su Emanuela Orlandi ne hanno dette di ogni, ma un’ipotesi davvero assurda fa tremare il Vaticano: la ragazza era figlia di Papa Wojtyla?

Leggi anche: Netflix, Vatican Girl: non hai ancora visto la serie su Emanuela Orlandi? Ecco perché recuperarla subito!

Emanuela Orlandi è figlia di Papa Wojtyla?

Secondo lo scrittore brasiliano Luis Miguel Rocha, Emanuela Orlandi sarebbe la figlia segreta di Papa Wojtyla. La teoria è stata formulata nel libro A Fiha do Papa (dal portoghese, La figlia del Papa) e vede proprio la ragazza romana scomparsa imparentata con il noto Pontefice. Secondo quanto riferito dallo scrittore, quindi, Papa Wojtyla avrebbe concepito Emanuela con una donna del Vaticano, già sposata e con altri figli. Per arrivare a questa teoria – e scrivere il suo libro – Rocha avrebbe preso spunto da L’Affaire Emanuela Orlandi della fotografa Roberta Hidalgo. Inoltre all’ipotesi della paternità del Pontefice si affianca anche quella che vedrebbe la ragazza romana ancora viva.

Chi è il padre della ragazza scomparsa?

La famiglia Orlandi ha sempre vissuto in Vaticano: il padre di Emanuela, Ercole Orlandi, era un dipendente della Prefettura della Casa Pontificia del Vaticano. L’uomo svolgeva l’incarico di messo pontificio di Papa Wojtyla, all’epoca molto vicino a Josef Ratzinger. Ercole Orlandi, il padre di Emanuela, avrebbe confessato a suo figlio Pietro – poco prima di morire – di esser stato tradito da persone che per moltissimi anni della sua vita ha diligentemente servito. Il riferimento ancora oggi non è chiaro, ma secondo il fratello della ragazza scomparsa suo padre si riferiva sicuramente a qualche persona all’interno del Vaticano.

Dopo 39 anni il caso di Emanuela Orlandi è ancora irrisolto: la ragazza è scomparsa il 22 giugno del 1983 dopo la sua lezione di musica. Verso le 18:45 chiamò sua sorella Federica per comunicarle che sarebbe tornata a casa in ritardo a causa dei mezzi di trasporto e aggiunse di aver ricevuto una proposta di lavoro come promoter di cosmetici Avon per un compenso di 370mila lire. Una cifra davvero esosa per l’epoca. Emanuela, verso le 19:30 si recò con Maria Grazie e Raffaella, due sue amiche, alla fermata in Corso Rinascimento, a Roma, e mentre le altre due salivano sull’autobus, la Orlandi comunicò di voler aspettare il prossimo.

Secondo un’altra ricostruzione, invece, la ragazza disse di voler aspettare il misterioso uomo che le offrì il lavoro come promoter. Da quel momento non si hanno più sue notizie. Il padre di Emanuela è morto all’età di 74 anni senza mai conoscere cosa sia realmente capitato a sua figlia.

Seguici su Instagram cliccando QUI!